Nikolaj Coster-Waldau parla di QUELLA scena della quarta stagione..

Mentre mancano solo 4 settimane all’inizio della quinta stagione, GQ si affaccia nel mondo di GOT presentando non uno, ma due degli uomini più belli del cast. Sia Kit Harington che Nikolaj Coster-Waldau si toglieranno l’armatura nella versione australiana del numero di Marzo/Aprile e la scambieranno con “roba approvata da GQ”.
Parleranno anche dello show, o almeno ci proveranno, senza spoilerare nulla.
News.com.au ha una preview dell’intervista, quando si discute della controversa scena  nella quarta stagione. (Proprio quella. Con Cersei. Mentre Joffrey giaceva morto).

“Ero certo che ne avrebbero parlato un sacco,” [dice] Nikolaj Coster-Waldau, “Ma presumo che fosse perché abbiamo fatto sesso di fronte al nostro figlio deceduto.

Se n’è uscita questa cosa, ‘Era violenza sessuale?’ e ci ha sinceramente stupito. Potrei sembrare ingenuo, ma non l’ho mai vista in questo modo.
E’ stato come se GOT fosse diventata una cronaca sociale. Ero tipo ‘Davvero?’, e all’improvviso è diventata pro-violenza sessuale. Non ho intenzione di parlare di questo, perché è un argomento delicato. Ma si tratta di uno show televisivo con una storyline che contiene due personaggi che hanno una relazione disfunzionale. Non è chiaramente sana per nessuno dei due – quella scena è solo uno dei tanti esempi. E all’improvviso la scena di uno show televisivo viene innalzata a discussione politica.”

Come tutti ricordiamo, era una scena davvero tosta da guardare. Posso dire per me stesso, ho letto quella scena come consenziente nei libri, ma questo perché ci viene mostrata dal POV di Jaime. E’ stato dopo aver visto la scena in tv, in terza persona, che ho realizzato quanto fosse disgustosa.
Ma come Nikolaj ci ricorda, seppur Jaime sia un personaggio apprezzabile, è sempre lo stesso che ha lanciato un bambino da una finestra nel primo episodio.

“E se lanciare quel bambino fosse l’unico modo per salvare la tua vita, quella di tua sorella e tre bambini?” dice. Probabilmente molte più persone di quanto si possa immaginare, ‘Sì, ucciderei il figlio di qualcun altro se servisse a salvare mio figlio, anche se quell’altro bambino fosse innocente’. Queste sono scelte difficili per le persone, e sono da ponderare attentamente. Conosciamo tutti il momento in cui incontriamo qualcuno e siamo sorpresi e delusi dal fatto che sia una persona completamente di quello che ci aspettavamo. Quello è Jaime.”
“Io penso davvero che questo è quello che fanno gli scrittori per rendere un personaggio interessante. Sono bravi a mantenere quell’atmosfera da ‘nessuno è al sicuro’, che è una cosa che Martin inserisce nei suoi libri. Solo perché è uno dei personaggi principali, non vuol dire che sopravviverà al 100%.”

La cosa sicura è che nessuno sarà al sicuro nella quinta stagione… Vedremo se Nikolaj avrà da dire altro in futuro..

Traduzione: Fabrizio/Tano
Fonte: Wic.net

Commenta questo post

Alex

Rispondi