Gwendoline Christie parla dell’incontro inaspettato di Brienne

Gwendoline ci racconta di ‘Game of Thrones’, di come si è aggiudicata ‘Star Wars’ e del suo essere una guerriera in tre franchise. Gwendoline Christe - Brienne

Gwendoline Christie è seduta in un caffè alla stazione di King’s Cross a Londra, bevendo un tè e raccontandoci la sua opinione sull’incontro inaspettato di Brienne con Sansa Stark nell’episodio di domenica di Game of Thrones, “The House of Black and White”.
L’attrice ha qualche difficoltà a non dare nell’occhio, ma ci sta provando, indossando un cappellino con visiera e una felpa da turista mentre parla della scena di stasera bisbigliando con tono sommesso affinché nessun altro origli i segreti di Game of Thrones.

“Brienne si inginocchia di fronte a Sansa con lo stesso movimento del giuramento che aveva fatto a Catelyn Stark”, afferma la Christie. “E Sansa dice: ‘No’. Ma nel copione c’è scritto che nei suoi occhi c’è un fugace avvertimento. Secondo il copione il suo sguardo sta dicendo a Brienne: ‘Vattene alla svelta di qui’”.

Quindi il rifiuto di Sansa – a differenza dell’abbandono di Arya dell’ultima stagione – scaturiva probabilmente, in parte, dalla preoccupazione per la sicurezza di Brienne.

“Possiamo fare i romantici e dire che, in quel momento, forse c’è un legame, una qualche parte di Catelyn che è all’interno di Sansa che sta cercando di aiutarmi, di incitarmi ad andarmene”, dice la Christie. “E poi c’è l’inseguimento a cavallo, attraverso la foresta, con i cavalli che si impennano. Daniel Portman – Podrick – cavalca in modo eccezionale e ha dovuto fingere di non essere capace”.

 

Se ora la Christie riesce a passare inosservata nel caffè, potete scommettere che l’anno prossimo avrà molti più problemi a sparire dai radar del pubblico. Dopo il suo ruolo d’esordio in Game of Thrones, apparirà nell’ultimo film di Hunger Games, Mockingjay – Part 2, e avrà un ruolo molto misterioso in Star Wars: Il risveglio della Forza.

 

Di seguito, chiacchieriamo ancora un po’ con la Christie riguardo Game of Thrones e il suo incredibile successo in ben tre franchise:

 

Entertainment Weekly: Cosa cambia in questa stagione per Brienne?

Gwendoline Christie: Brienne è sempre una dura. Ma ha anche una personalità complessa. Mi complimento veramente con gli autori per aver sviluppato ulteriormente il punto di vista di questo personaggio, per averle permesso di realizzarsi e per aver svelato al pubblico un personaggio femminile che prima d’ora non si era mai visto in tv. È stata la mia stagione preferita in assoluto. È decisamente la mia preferita. Ti fa pensare: “Come riescono a superarsi ogni volta? Come fanno ad avere sempre più successo e a toccare vertici sempre più alti?”

Com’è cambiata la vita per te nell’ultimo anno?

Vado in palestra regolarmente. Ho almeno la speranza di un lavoro stabile per ora, e per me questo è un dono.

 Sei stata presa nel cast di Hunger Games, Star Wars, Game of Thrones – quale progetto è il più bello per te?

L’intervista che sto facendo ora! …Sono una ragazza molto fortunata, vero? 

Sono sostanzialmente tre dei più grandi franchise della cultura pop del momento. Come ha reagito il cast di Game of Thrones quando hanno saputo che eri stata presa nel Risveglio della Forza?

Gwendoline Christie

Gwendoline Christie fotografata da David Balley

Finn Jones [che interpreta ser Loras] mi ha chiamato subito e stava praticamente urlando al telefono. Ha fatto un balletto per me quando l’ho visto. Tutti sono stati davvero carini e di supporto. Non posso fare a meno di sentirmi come una di quelle ragazze che, a scuola, non ci si aspetterebbe mai venissero scelte per qualcosa di importante. Non avevo mai immaginato che avrei fatto parte di questi formidabili progetti.

Chi vincerebbe in un duello con la spada, Jaime Lannister o Luke Skywalker? Hanno entrambi perso una mano…

Oh! Scelgo Jaime – perché il morale di Nikolaj [Coster-Waldau] ha bisogno di essere risollevato.

Cos’altro vorresti fare oltre ai tuoi ruoli attuali?

Nulla! Sono a posto. A dire la verità, è una risposta molto generica, ma mi piacerebbe interpretare un’ampia gamma di ruoli, estremamente diversi dal personaggio di Brienne. Mi piacerebbe moltissimo essere la protagonista in un film. Essere coinvolta nel processo creativo. Fare del teatro. Fare una commedia romantica. Partecipare a un film noir di David Lynch. Lavorare con David Cronenberg.

Ti preoccupi che d’ora in poi ti possano assegnare principalmente ruoli da guerriera?

Penso che ci siano situazioni molto peggiori. Ci sono tante altre cose che voglio fare, ma non è qualcosa che mi preoccupa. Per qualche incomprensibile ragione non credo che le cose continueranno così. Non so spiegare perché. Magari è solo una mia speranza. Professionalmente, ho avuto un anno davvero incredibile. 

C’è qualcos’altro oltre al talento o la fortuna a cui attribuisci il tuo successo?

Mi sento molto rincuorata perché credo che la mia fortuna nell’essere presa a far parte di questi fantastici progetti indica che le persone hanno voglia di vedere un lato diverso delle donne, di vederle rappresentante in un altro modo, e di vedere l’esaltazione dell’individualità. Forse ci stiamo allontanando da una visione omogenea della società, o stiamo esplorando quelle cose che ci sembrano insolite. Magari così facendo scopriremo che non sono poi così insolite.

 

Entertainment Weekly pubblicherà altre parti di questa intervista man mano che la stagione avanza e noi le tradurremo per voi!
Nel frattempo, date un’occhiata alle altre interviste con i membri del cast:

 Tom Wlaschiha – Jaqen H’ghar
Alexander Siddig – Doran Martell
Lena Headey – Cersei Lannister.

 

Traduzione: Chiara B.

Commenta questo post

Alex

Rispondi