Qual è il futuro di Stannis nella quinta stagione?

11257071_881399571933767_1695305805387550366_nLa quinta stagione di Game of Thrones sta dimostrando di essere la più letale di tutte. Non siamo ancora a metà dei dieci episodi, e sono già stati uccisi due personaggi che sono ancora vivi nei libri: Mance Rayder, bruciato sul rogo da Melisandre nel pri mo episodio della stagione, e Barristan Selmy, assassinato dai Figli dell’Arpia. Per la prima volta, gli spettatori che hanno letto la serie Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R. R. Martin sono nervosi tanto quanto i fan che non hanno letto i libri. È naturale preoccuparsi di quali altri personaggi potrebbero essere vittime di un destino inaspettato – e noi temiamo che Stannis Baratheon possa essere il prossimo a morire.

L’unico fratello Baratheon rimasto ha dimostrato di essere una guida più efficace di ognuno dei fratelli Lannister che si sono succeduti sul Trono di Spade. Dopo aver perso la Battaglia delle Acque Nere, ha deciso di lasciar perdere completamente il gioco del trono e si è invece diretto a nord, alla Barriera. Per Stannis, proteggere i Sette Regni dalla minaccia degli Estranei è più importante che discutere per una sedia. Questa è roba da re.

Gli spettatori si sono probabilmente affezionati più che mai a Stannis in questa stagione, soprattutto grazie alla scena inaspettatamente tenera fra il rigido re e la sua adorabile figlia Shireen. Tristemente, nessuno può mai essere felice in questo show senza che gli accada qualcosa di terribile poco dopo. (La prova: Robb Stark, che ha scoperto che stava per diventare padre… e poi ha visto sua moglie, il suo figlio non ancora nato, sua madre, e sé stesso, tutti assassinati a un matrimonio. Che crudeltà.) Quindi, ora che abbiamo visto questo lato più dolce di Stannis, dovremmo essere molto, molto preoccupati. (A seguire, degli spoiler dai libri!)


 

E c’è ragione di temere per la salute di Stannis. Il libro più recente nella serie di Martin, A Dance with Dragons, finisce lasciando il destino del re nell’ambiguità dopo una battaglia a Grande Inverno. In una situazione simile a quella del gatto di Schrödinger, Stannis è allo stesso tempo sia vivo che morto finché non apriamo la scatola. (La scatola, in questa analogia, è il prossimo libro, The Winds of Winter.) Nel capitolo finale di Jon Snow di ADWD, questi riceve una lettera da Ramsay Bolton, nota ai lettori come la Lettera Rosa, dal colore dello stemma della famiglia Bolton. (I fan delle Cronache hanno un debole per i colori: le Nozze Rosse, le Nozze Viola, la Lettera Rosa…) In essa, Ramsay sostiene di aver sconfitto e ucciso Stannis – e di aver scoperto il piano di Mance Rayder per liberare “Arya” e di aver fatto indossare al Re oltre la Barriera un mantello fatto con la pelle dei suoi complici. (È una lunga storia.)

Noi, a dire il vero, non vediamo la battaglia a Grande Inverno, così come non assistiamo al destino di Stannis, qualsiasi cosa possa essere. Ramsay potrebbe benissimo mentire… ma se sta dicendo la verità, e se gli showrunner David Benioff e D. B. Weiss conoscono i piani di Martin per TWOW, potrebbero decidere di continuare su questa strada ed effettivamente mostrare al pubblico la morte del re, invece di tenerci in sospeso per l’intera pausa di dieci mesi fra le stagioni.

Comunque, non è che Ramsay sia l’unico pericolo che Stannis sta affrontando. Avendo incontrato ed essendo stata respinta seccamente da entrambe le ragazze Stark che aveva giurato di proteggere, Brienne di Tarth ha deciso che tutto ciò che le è rimasto è la sua missione di vendetta contro Stannis per aver assassinato il suo amato Renly. Benioff e Weiss hanno considerato importante mostrarci Brienne riconfermare la sua promessa di uccidere Stannis, mettendo quei due personaggi in una rotta di collisione completamente assente nei libri.

Oh, e naturalmente c’è sempre l’orda, prossima all’invasione, degli Estranei, che potrebbe scontrarsi con la Barriera e uccidere tutti in ogni momento. Tra gli zombie di ghiaccio, il bastardo psicotico e la guerriera vendicativa, Stannis ha una pletora di bersagli sulla sua schiena.

E lui non è l’unico Baratheon di cui dovremmo preoccuparci. La dolce scena fra Stannis e Shireen potrebbe averci preparato per la morte della figlia tanto facilmente quanto per quella del padre. La regina Selyse voleva lasciare la sua bambina sfigurata a casa, a Roccia del Drago, ma lady Melisandre ha insistito perché la portasse alla Barriera. Perché, esattamente, era così desiderosa di tenersi vicina Shireen?

GOT505_103114_HS_DSC_18921La propensione della sacerdotessa rossa a bruciare le persone di sangue reale dovrebbe farci preoccupare molto per il benessere di Shireen. Se Melisandre dovesse ricevere notizie – vere o false – che il suo beneamato re è caduto in battaglia, non esiterebbe a sacrificare la ragazza alle fiamme in un malaccorto tentativo di riportarlo in vita, così come Thoros di Myr aveva resuscitato Beric Dondarrion. E se poi dovesse risultare che Ramsay stava mentendo e che Stannis era vivo, solo perché possa tornare alla Barriera e scoprire che la sua fidata consigliera ha bruciato viva sua figlia…? Bè, sarebbe un tragico, appassionante finale per la stagione, servito su un piatto d’argento.

Gli spettatori dall’occhio di falco avranno notato che nel trailer della quinta stagione c’è un’immagine sfuggente di Selyse che giace sul terreno innevato, fissando qualcosa con apparente disperazione:

Cosa potrebbe turbare la regina, solitamente stoica, più dell’orribile morte della sua unica figlia? Persino il più insensibile di noi rimarrebbe inorridito alla vista di un’innocente giovane ragazza che brucia viva.

È difficile sapere per chi preoccuparsi di più: Stannis o Shireen?
Comunque sia, le probabilità che almeno un Baratheon non riesca a uscire vivo dalla quinta stagione sono molto alte.

 

Traduzione: Chiara B.
Fonte: Bustle.com11182267_877552158985175_2658813301097543982_n

Commenta questo post

Alex

Rispondi