L’epico finale con Drogon: come è stato realizzato.

game-of-thrones-03 Era una sequenza talmente spettacolare, che il team di Game of Thrones pensava che non sarebbero mai riusciti a realizzarla.

Quando il creatore della serie David Benioff lesse per la prima volta il romanzo di George R.R. Martin, La Danza dei Draghi, contattò l’autore dopo aver terminato il capitolo sulla fossa di combattimento di Meereen.

“Ricordo di aver chiamato George e avergli detto, per prima cosa, complimenti, quella scena è incredibile. Secondo, non ho idea di come la renderemo sullo schermo,” Benioff ha detto ad EW. “E lui si è messo a ridere. Fino a quest’anno, pensavo fosse una scena che non ci saremmo potuti permettere. Ogni volta che vedete un drago nella serie, costa tantissimo. In questa stagione i draghi sono più presenti che nelle precedenti, anche nel modo in cui interagiscono con le persone. La scena ha 500 comparse, gente che viene bruciata, Dany che vola via – tutte cose che sono davvero difficili da realizzare.”

Una parte del “problema” era il fatto che i creatori di Thrones, Benioff e Dan Weiss, avessero standard molto alti per le scene ricche di effetti speciali. Ad esempio, Spartacus, creato dalla Starz, mostrava scene di combattimento tra i gladiatori, ma ai danni del realismo. E nella prima stagione di Game of Thrones, la serie ha ridotto la visione di Martin del Torneo del Primo Cavaliere, a causa delle difficoltà che ci sarebbero state nel riprodurre realisticamente uno spettacolo simile con il budget dello show.

“Il nostro atteggiamento nei confronti degli effetti speciali è: se non possiamo farlo bene, non lo facciamo.” ha detto Benioff.

Ma quest’anno, la HBO ha dato alla serie risorse in più, per produrre la 5 stagione – che include non solo la sequenza nella Fossa di Daznak, ma anche la battaglia di Aspra Dimora dell’episodio 8, ricca di CGI.

“La differenza con l’anno passato è questa: prima, sentivo ‘Abbiamo i soldi per fare questo?’ e qualcuno rispondeva ‘no’”, ricorda l’attore Kit Harington. “Quest’anno è stato, ‘Abbiamo i soldi per fare questo?’ e qualcuno ha risposto ‘sì’. E questo è stato il grande cambiamento. Penso che la HBO abbia capito che per mantenere la gente interessata alla serie, le grandi scene famose devono essere ancora più grandi di quelle precedenti.”

L5x09 A Dance of Dragonsa sequenza della Fossa di Daznak è stata girata nella Plaza de Toros di Osuna, in Spagna, con l’aiuto di centinaia di comparse, a cui i produttori danno merito di aver lavorato senza sosta, per infondere nella scena grande emotività e passione – cosa che era fondamentale, dal momento che alcuni membri del pubblico sono diventati una minaccia a sorpresa, quando i Figli dell’Arpia attaccano Dany e il suo seguito. (Anche se a quanto pare una comparsa ha scattato una foto di Tyrion e Dany insieme, e questa è stata diffusa su Internet prima dell’inizio della stagione, diventando per i fan uno spoiler su quello che doveva essere un segreto della stagione).

Per la star Emilia Clarke, il vero e proprio cavalcare il drago è stato realizzato nello studio, con l’attrice a cavalcioni su un grosso dispositivo meccanico.

“È verde e ha la forma del dorso di un drago,” ha detto ad EW. “Somiglia ad una tartaruga ninja!”

Traduzione: Alessandra P.

Fonte: Entertainment Weekly

Commenta questo post

Alex

Rispondi