Le spiegazioni scientifiche delle morti più raccapriccianti di Game of Thrones

Game of Thrones, la nota saga di libri di successo e la rispettiva serie tv, ha avuto la sua discreta quota di morti raccapriccianti. Non scherzano quando dicono che tutti gli uomini devono morire. Dal frantumare un cranio umano a mani nude all’essere bruciati vivi da dei draghi, la sete di sangue dello show nelle ultime cinque stagioni e il suo brutale finale di stagione ci hanno lasciati angosciati e a rabbrividire. Ma questi massacri sono possibili soltanto nel regno della fantasia o sono scientificamente plausibili?

“George R. R. Martin ha sempre provato a garantire al suo mondo fantastico delle radici più o meno veritiere, quindi ci sono degli elementi al suo interno che potrebbero avere spiegazioni scientifiche”, afferma Ian Simmons, rettore di Scienze della comunicazione al Centre for Life di Newcastle.

Simmons e la comica Helen Keen stanno esplorando la scienza di Game of Thrones in uno show appositamente commissionato. Con l’aiuto di Simmons, abbiamo osservato al microscopio le carneficine più orribili di Game of Thrones.

Per chi non ricorda le numerose morti dello show, date un’occhiata a questo splendido grafico del Washington Post su tutte le 456 morti delle prime quattro stagioni.

Attenzione: spoiler a seguire…

La corona d’oro di Viserys

Viserys Targaryen, il fratello crudele di Daenerys, era fissato con l’idea di sedersi sul Trono di Spade ed essere incoronato Re. Invece, ironicamente, è stata incoronato da dell’oro fuso. In molti non si sono rattristati per la sua dipartita, ma dato che il punto di fusione dell’oro è 1064° circa, è molto improbabile che il fuoco del loro campo abbia raggiunto al temperatura richiesta. Se fosse stata una lega di oro e piombo, tuttavia, Viserys avrebbe potuto andare realmente incontro alla sua orribile fine, essendo il punto di fusione della lega molto più basso.

“E’ curioso, non ho trovato nessun dato storico riguardo questo tipo di uccisione, tuttavia molte persone venivano uccise versando l’oro fuso direttamente nelle loro gole.” dice Simmons. ” Il più famoso fu l’imperatore romano Valeriano, che fu catturato dal re persiano Shapur I dopo la battaglia di Edessa. Shapur lo usò come sgabello vivente per diversi anni poi lo condannò a morte versandogli oro fuso in gola.”

Per testare se realmente l’oro fuso potesse bruciare gli organi interni e per vedere quale sarebbe stata la causa della morte, nel 2003 un gruppo di studiosi del Journal of Clinical Pathology versò piombo fuso dentro la laringe di una mucca morta in un mattatoio.
La colata provocò un’esplosione di vapore che distrusse gli organi interni, per poi bruciare i muscoli in profondità e solidificarsi entro 10 secondi.

“Quindi se non sei morto subito per il vapore o per il dolore, saresti morto soffocato avendo la laringe bloccata.” afferma Simmons.

L’Altofuoco

Alla fine della seconda stagione, durante la Battaglia delle Acque Nere, abbiamo visto gli uomini di Stannis bruciare vivi quando Tyrion gli ha spedito una nave senza equipaggio carica di “Altofuoco”. Sappiamo che l’Altofuoco viene prodotto dalla Gilda degli Alchimisti, e che continua a bruciare anche quando entra a contatto con l’acqua. L’effetto sugli esseri umani è, senza dubbio, decisamente terrificante.

“L’Impero bizantino aveva una sostanza, chiamata fuoco greco, che veniva usata in maniera simile all’Altofuoco”, rivela Simmons.

Il “fuoco greco” veniva utilizzato in combattimento dai soldati, che spruzzavano la sostanza con dei sifoni addosso ai nemici, sui quali poi prendeva fuoco. Nonostante il fuoco greco sia stato largamente sfruttato nelle guerre civili bizantine, nessuno sa esattamente di cosa fosse fatto.

“La formula era un segreto di stato molto ben custodito, anche se ora si crede comprendesse dell’olio minerale – essenzialmente benzina, mescolata con delle resine per renderla più densa. Una sostanza moderna analoga potrebbe essere il napalm”, spiega Simmons.

La Madre delle Viverne

game-of-thrones-03

Un paio di persone sono state arse vive dai draghi di Daenerys, e ogni volta è stato terrificante. Probabilmente non è una sorpresa scoprire che i draghi sputafuoco sono completamente inventati, ma la biologia dei draghi nello show TV è interessante, dato che questi hanno quattro zampe, non sei.

“Non esistono vertebrati a sei zampe, quindi questo va a loro favore, ma per essere precisi questa conformazione li rende viverne. Anche se ‘Madre delle Viverne’ non suona nemmeno lontanamente così bene”, spiega Simmons.

La differenza tra le viverne e i draghi nella mitologia medievale è sottile, dato che le viverne – simili ai draghi dello show – hanno solo due zampe posteriori, mentre i draghi ne hanno quattro. Tuttavia, questo non ha alcuna importanza nell’universo di Game of Thrones.

“Anche se non esistono animali che sputano fuoco, il coleottero bombardiere è in grado di espellere una miscela caustica che scotta, composta di perossido d’idrogeno e chinolo”, dice Simmons.

Questa piccola affascinante creatura utilizza questo meccanismo di difesa quando si sente minacciata. Ma, come ha specificato Simmons, non si tratta proprio di fuoco.

“Gli animali possono produrre potenzialmente tutte le componenti necessarie: le mucche producono enormi quantità di metano infiammabile, e le anguille elettriche producono delle scariche attraverso delle cellule muscolari alterate. Quindi se una creatura potesse combinare i due processi, otterrebbe del gas infiammabile e i mezzi per dargli fuoco con una scintilla, e potrebbe in teoria sputare fuoco”, spiega Simmons.

Il fatto che quest’evoluzione non sia ancora avvenuta suggerisce che potrebbe non essere poi così utile, sostiene. Anche se noi crediamo di poter pensare a un paio di motivi…

Le Nozze Viola

aaa

I matrimoni tendono a essere degli affari pericolosi in Game of Thrones. Ci sono state le Nozze Rosse, che non supereremo mai, e le tanto attese Nozze Viola.

Joffrey è stato fatto cadere in ginocchio quando ha ingerito un veleno piuttosto sgradevole – lo Strangolatore. Anche se dubitiamo che qualsiasi spettatore abbia versato anche una sola lacrima, molti si sono chiesti se un veleno ad azione così rapida e potente esistesse veramente.

Deborah Blum, professoressa di Giornalismo all’Università del Wisconsin e autrice di The Poisoner’s Handbook, pensa che il cianuro sia il più simile. Come lo Strangolatore, anche il cianuro deriva dalle piante.

“Si può ottenere dalle albicocche o dai noccioli di ciliegia. Anche solo 0,2 grammi possono essere letali, e portano alla morte molto velocemente, provocando gran parte dei sintomi che mostra Joffrey, tranne il sangue dagli occhi”, spiega Simmons.

Il cranio di Oberyn

Il barlume di speranza che tutti avevamo durante la lotta fra la Montagna e Oberyn era stato presto distrutto, e con esso la testa di Oberyn. L’esplosione del suo cranio com’è avvenuta nello show non sarebbe possibile nella realtà, afferma Simmons, dato che la pressione dovrebbe crearsi dall’interno, spingendo le ossa all’esterno. Ma la Montagna, che è alto quasi due metri e mezzo e pesa più di 190 chili, potrebbe comunque frantumare un cranio a mani nude?

La risposta non è molto chiara.

“Sì, quel fatto di Game of Thrones della testa che esplode può succedere (forse)”, recita un articolo del New York Times, mentre il Washington Post sostiene che “no, non si può distruggere il cranio di un uomo a mani nude”.

Simmons si schiera dalla parte dei “no”, ed è convinto delle argomentazioni sostenute dal Washington Post. Tobias Mattei, che ha studiato se i caschi da bicicletta dei bambini proteggano o meno le loro teste, ha riferito al Washington Post: “Sarebbe impossibile perfino per l’uomo più forte del mondo rompere un cranio attraverso delle forze compressive, esercitate da qualsiasi corpo, in qualsiasi parte del cranio”.

“La Montagna dovrebbe pesare più di 450 chili per schiacciare la testa di Oberyn standoci sopra – quindi, in questo modo non si può distruggere un cranio”, aggiunge Simmons.

E per quanto riguarda gli Estranei e le Ombre di Melisandre?

bbb

“Credo che per quanto riguarda loro potete stare tranquilli”, scherza Simmons.

 

Traduzione: Chiara B.
Fonte: I Fucking Love Science

Alex

Rispondi