Lena Headey parla della ‘Camminata della vergogna’

Attenzione: in questo articolo si parla di una scena che accade nel finale della 5 stagione di Game of Thrones.

got-finale_0 Anche nel soleggiato set di Game of Thrones, circondati da un team di produzione amichevole e da bar che sono trappole per turisti, la scena è stata davvero difficile da guardare: una donna nuda, capelli cortissimi, la testa piena di croste, cammina per delle strette vie mentre una folla inferocita grida oscenità “Bugiarda! Sgualdrina! Puttana!”.
La donna caduta in disgrazia, il viso una sconvolta maschera di devastazione, sta facendo una camminata di penitenza – il moderno pubblico di Hollywood non ha mai visto nulla di simile.

Lo scorso Ottobre a Dubrovnik, l’attrice nominata agli Emmy Lena Headey mangiava una fetta di pizza tra una ripresa e l’altra, nel distretto cittadino della Vecchia Città, mentre veniva girata la Camminata della Vergogna di Cersei Lannister per il finale di domenica. La scena ha richiesto tre estenuanti giorni per essere girata, e anche se Lena Headey non è rimasta nuda per tutte le sequenze (è stata usata una controfigura), è comunque dovuta passare più e più volte tra la folla ostile, che la derideva e le lanciava fango, cercando in silenzio di mostrare un progressivo passaggio di emozioni complesse mentre Cersei raggiunge il suo punto più basso –  per poi ritrovare una scintilla di forza quando viene sollevata dal suo salvatore risorto, la Montagna.

“Non è difficile capire cosa si prova, quando la gente veramente ti urla contro, e tu hai un aspetto di merda e vieni fottutamente umiliata,” ha detto la Headey. “C’è una parte di te che ha una paura fottuta. Non riesco nemmeno ad immaginare le persone che ti vorrebbero morto. Cersei ha sbagliato, ma non si merita questo.”

Come molte idee in Game of Thrones, la Camminata della Vergogna (Walk of Shame in inglese) è basta su una vera pratica medievale. Quando il suo romanzo “La Danza dei Draghi” è uscito, nel 2011, lo scrittore George R.R. Martin ha detto ad EW di aver basato il capitolo della penitenza di Cersei in particolare su Jane Shore, amante del re Edoardo IV, che fu punita con una camminata simile dopo la morte del re.

La Headey fa notare che questo tipo di primitiva violenza pubblica contro le donne non è solamente un problema storico.

“Lo fanno ancora oggi,” ha detto. “Prendono le donne e le uccidono lapidandole.”

In Thrones, la scena rappresenta la conseguenza degli anni che Cersei, paranoica, ha passato tramando, uccidendo e governando in modo poco lungimirante. Tuttavia, nella tipica svolta ad un personaggio complesso in cui Thrones eccelle, la punizione di Cersei è personale in modo così struggente, la performance di Lena Headey così affascinante e la scena è girata dal noto regista televisivo David Nutter così abilmente dal punto di vista di Cersei, che alla fine – gli autori sperano – anche i più grandi detrattori di Cersei simpatizzeranno per il personaggio.

“Penso che nessuno meriti quel trattamento,” dice la Headey. “È stata picchiata, affamata e umiliata. Pensa che quando uscirà allo scoperto e confesserà, finirà lì – anche quando è in ginocchio [confessando all’Alto Passero], in parte sta mentendo. Pensa di potersene andare senza problemi. Non ha idea di quello che succederà quando uscirà sui gradini o che le raseranno i capelli come Aslan.” [LENA MITO, ndA]

10400057_10206750949643047_4098932127583456403_nAnche trovare una location si è rivelato un problema, perché il luogo scelto in precedenza includeva i gradini di una chiesa. Il rifiuto dei preti della stessa ha fatto sì che la scena non si potesse girare in luoghi di culto. Nonostante questo rifiuto abbia ricevuto attenzione mediatica lo scorso autunno, il creatore della serie David Benioff dice che questo tipo di intoppi sono comuni quando si produce Thrones e che il luogo che avevano scelto come riserva si è rivelato migliore. “Succede sempre e obera di lavoro i team che sono nei luoghi scelti, ma si risolve sempre tutto,” ha detto, con una scrollata di spalle.

“Per alcune di queste scene che abbiamo girato, alcuni di questi primi piani, [Lena] ha dovuto trovare un posto oscuro dentro di sé per arrivare alla giusta emozione,” ha detto Benioff. “È incredibilmente affascinante ma allo stesso tempo ti vorresti quasi girare e non guardare, perché stai guardando qualcuno che sta soffrendo.”

Il futuro di Cersei – insieme a quello di altri pesonaggi di Thrones – è adesso un mistero, dal momento che i creatori della serie sono arrivata alla fine del materiale pubblicato da Martin. Lena Headey dice di non avere idea di quello che succederà a Cersei, ma ha un suggerimento:

“Penso che abbia alcune persone da uccidere prima aver finito.”

 

Traduzione: Alessandra P.
Fonte: Entertainment Weekly

Commenta questo post

Alex

Rispondi