Maisie Williams: “Arya sta avendo una crisi d’identità”

Arya_5x10_HDL’attrice che interpreta la nuova accolita della Casa del Bianco e del Nero ci parla dell’allenamento del suo personaggio per diventare un Uomo Senza Volto, della “parte psicotica” di Arya e di come è stato filmare le rivelazioni del finale. (Seguono spoiler.)

HBO: In che modo, per Arya, l’assassinio di Meryn Trant è diverso dalle sue uccisioni precedenti?

Maisie: Ha avuto molto più tempo per progettarlo. Ed è decisamente più personale. Lo stalliere è stato più che altro un incidente. L’omicidio di quell’uomo dopo le Nozze Rosse era alimentato dalla stessa rabbia, ma non era altrettanto personale. La morte di Meryn è qualcosa a cui ha pensato molto ed è vicina al suo cuore. Filmare quella scena è stato davvero intenso. Semplicemente non è stata una scena piacevole, per nessuno. Ian [Beattie, che interpreta Meryn Trant] ha avuto diversi problemi con il trucco di scena. Ha sopportato tutto, ma non è stato facile.

La scena finita è molto intensa e violenta in modo scioccante.

Mostra il lato più psicotico di Arya. La brutalità e la ferocia sono un vero cambiamento, rispetto all’Arya dei primi episodi della stagione.

Arya si sta allenando per diventare Nessuno, ma dice a Meryn, “Sono Arya Stark.” Come vede la propria identità a questo punto?

Sta avendo una crisi d’identità molto incasinata. Per lei è stato un sollievo lasciar andare questa rabbia, questo dolore – per diventare Nessuno e lasciarsi tutto alle spalle. Ma cambia fortemente nel momento in cui vede le guardie dei Baratheon.

È una scelta difficile per lei abbandonare l’Uomo Sottile e seguire Meryn?

Penso fosse importante mostrare quanto stia prendendo seriamente questo allenamento, per imparare e migliorarsi come Senza Volto. Quando la vediamo abbandonare tutto quanto in un battito di ciglia, la riporta alla rabbia che abbiamo visto nella terza e quarta stagione. Credo che non sia stata una decisione difficile, ignorare l’Uomo Sottile e continuare con questa nuova avventura.

È preoccupata che Jaqen se ne accorga?

Arya pensa decisamente di averla fatta franca, ma a questo punto non ci sta pensando davvero. Vede rosso ed è focalizzata sulla sua missione.

Com’è stata filmata la scena in cui Arya vede la sua faccia sul corpo di Jaqen?

È stato molto, molto complicato. Una follia, a dire il vero, quando penso a quello che abbiamo fatto. Quel giorno sul set avevo una controfigura. Hai presente il mantello che Jaqen indossa? Hanno fatto il cappuccio del mantello con del fil di ferro. Era rigido, in modo che il tessuto non si muovesse e cadesse. Poi ogni persona doveva sdraiarsi sul mantello rigido, e filmavano la mia mano mentre facevo il movimento di togliere ciascuna faccia. Poi mi sono messa io, e la mia controfigura ha fatto il gesto con la mano su di me. Quindi ho incontrato fai, sette persone diverse, per circa tre secondi ciascuna. L’hanno messo tutto insieme in post-produzione in modo che sembrasse che stessi togliendo le facce.

Arya era così impaziente di diventare un Senza Volto. Sapeva a cosa stava andando incontro?

Decisamente no. È una cosa che succede spesso, con Arya. Quando era più piccola, a Grande Inverno, tutto ciò che voleva fare era stare all’aperto e combattere. Non appena ha perso la sua famiglia, ha capito che dover combattere per la propria vita non è divertente e ti cambia, come persona. Adesso è uguale: tutto quello che vuole è diventare Nessuno. Si sta pian piano rendendo conto che la vita è molto più di quanto avesse immaginato. È completamente persa, un pesce fuori dall’acqua. Non è mai stata in una posizione simile, in cui non ha controllo. Poi inizia a perdere la vista, e lì è il terrore puro.

Arya_blindQuella cecità sembra autentica.

Sì! Avevamo queste lenti a contatto giganti, che erano larghe circa 16 millimetri. Mi hanno alzato la palpebra e infilato questa cosa. Sinceramente, mi sentivo come se avessi tappi di bottiglia sulle palpebre. Non vedevo nulla con quelle, quindi era abbastanza reale. Era davvero difficile aprire gli occhi, ed era perfetto per quello che dovevo fare.

L’Orfana dice ad Arya che Jaqen non era suo amico. Arya ha una percezione sbagliata del loro rapporto?

Arya pensa di conoscerli tutti, perché riconosce le loro facce, ma sotto sotto sta succedendo qualcosa. Quando l’Orfana dice, “Lui era Nessuno,” penso che volesse dire: “Se pensi che conoscerlo ti renda sicura, non hai capito nulla di tutto questo processo. Non lo conosci, perché non è chi pensi che sia.”

Com’è stata per te l’esperienza di questa stagione?

È stato incredibile. Ricordo che ero alla premiere con David [Benioff] e Dan [Weiss] e Sophie [Turner, che interpreta Sansa] ed ero tipo, “Quindi vado in Croazia quest’anno?” e loro “Sì!” Ero davvero felice, perché ogni anno Sophie è andata in Croazia e si è divertita da matti. E io, “Sì, è stato davvero grande nella piovosa Belfast. Mi sono divertita un casino.” Non fraintendermi, Belfast è fantastica, ma tutti hanno bisogno di un po’ di sole, ogni tanto. Quando Sophie ha saputo che non sarebbe andata nei posti caldi e assolati, e io sì, penso che sia un po’ morta dentro. Io ero assolutamente estasiata.

Cosa speri succeda ad Arya nella sesta stagione?

Dovrebbe uccidere più persone, nella nuova stagione. Ma non so se dovrebbero essere quelli della lista. Dovrebbero darle una seconda possibilità e lei dovrebbe prendere questo allenamento più seriamente. Spero che la sua vista ritorni, ma se non dovesse, penso che dovrebbe diventare una fighissima assassina senza vista. Sarebbe una di quelle persone che pensi siano sfavorite e poi tutto ad un tratto sono assassini eccellenti.

PENSA VELOCEMENTE

Nei tuoi sogni più sfrenati, con quale personaggio vorresti avere una scena?

Ygritte. Oh, è morta. Riportatela!

Se Arya potesse indossare qualsiasi faccia, quella di chi indosserebbe?

Quella di un Estraneo.

Quale sarebbe il tuo animale domestico ideale: un drago, un metalupo o Ser Pounce?

Un drago. Ho sempre detto, “No, i metalupi sono i migliori!” Ma dopo aver visto quell’ultimo episodio [The Dance of Dragons], ero tipo, “I draghi sono davvero fighi.” Sono sempre del Team Stark, ma i draghi sono proprio una figata.

 

Traduzione: Alessandra P.
Fonte: Making Game Of Thrones

Commenta questo post

Alex

Rispondi