Torre della Gioia nella sesta stagione: ecco le prove raccolte finora.

Okay, devono passare alcuni mesi prima che Game of Thrones ritorni in onda. Come impiegheremo questo tempo? Speculando, discutendo e illudendoci tantissimo. Questa è la via delle pause tra le stagioni.

Esempio tipico: di recente, si è parlato molto della teoria che la sesta stagione avrà finalmente un flashback (di un certo tipo) ad una scena fondamentale alla Torre della Gioia, un edificio dorniano in cui Ned Stark, il suo amico Howland Reed e altri suoi compagni hanno ucciso in combattimento tre cavalieri della Guardia Reale. Questo è successo verso la fine della Ribellione di Robert, il conflitto che ha messo Robert Baratheon sul trono, anni prima dell’inizio della serie. È anche il luogo in cui la sorella di Ned, Lyanna Stark, è morta, ma non prima di far acconsentire Ned a mantenere una promessa vaga. Se si vuol credere alle teorie cospiratorie, è morta di parto, e la promessa che Ned ha fatto era quella di proteggere il bambino, frutto dell’amore tra lei e Rhaegar Targaryen.

Chi era questo bambino? Nient’altri che questo tizio:

150528-ep48-jon-outside-1024

A quanto si dice, comunque. I fan hanno iniziato a parlare di questa storia già dopo aver letto il primo libro della serie, in cui Ned ripensava spesso a quanto era successo alla Torre della Gioia. (Tra l’altro, la fece abbattere dopo la morte di Lyanna, quindi se la vedremo dovrà essere per forza in un flashback.) Ne parliamo ora perché sta girando un articolo di BuzzFeed scritto da Robin Edds, in cui si elencano quelle che alcuni ritengono essere le prove più convincenti che la Torre apparirà nella prossima stagione. Vediamole un po’.

Castillo de Zafra
Questo è il Castillo de Zafra, una fortezza del 13mo secolo, che si trova nella provincia di Guadalajara, in Spagna, non lontano da Madrid. È una delle nuove location in cui la produzione di Game of Thrones girerà la sesta stagione. Eccolo da un’altra angolazione. (Per maggiori informazioni sulle location, vi rimandiamo a questo articolo)

Castillo de Zafra - vista laterale

Visto così, si può capire perché alcuni pensino che possa essere usato come Torre della Gioia, una singola torre collocata nelle Montagne Rosse di Dorne. Certo, nei libri è descritta come una torre circolare ma quando si trova una location così vicina alla perfezione, si lavora con quello che si ha.

Da sola, questa location probabilmente non convincerebbe nessuno di nulla. Dopotutto, la gente ha detto altre volte che ci sarebbe stata la Torre della Gioia dopo aver visto nuove location, e hanno sempre sbagliato. C’è qualcos’altro che si aggiunge alla speculazione, ed ha a che fare con la descrizione di un nuovo ruolo per cui la HBO sta facendo il casting.

Guerriero Leggendario: Un uomo sui trenta o quarant’anni, grande spadaccino e modello di cavalleria. Sulla schiena porta una famosissima spada. La serie sta cercando un abilissimo spadaccino per il ruolo – il migliore in Europa, per una settimana di riprese di scene di combattimento, per un ruolo nella sesta stagione. La sua etnia non è specificata, diversamente da molti altri ruoli.

Secondo le speculazione, il “guerriero leggendario” è Ser Arthur Dayne, uno dei cavalieri della Guardia Reale contro cui Ned Stark e i suoi compagni hanno combattuto alla Torre della Gioia. La descrizione sembra avere senso. Ned una volta descrisse Dayne come “il miglior cavaliere che abbia mai visto”, che è un altro modo per dire che era “un modello di cavalleria.” Catelyn Stark ricorda che Dayne era visto come “il più pericoloso dei sette cavalieri della Guardia Reale di Aerys,” e Jaime Lannister rammenta che “avrebbe potuto uccidervi tutti e cinque con la mano sinistra, mentre pisciava con la destra.” In altre parole, era un ottimo combattente, il che spiega perché la HBO stia cercando il miglior spadaccino d’Europa. Per concludere, Dayne aveva una spada chiamata Alba, che era “forgiata dal cuore di una stella caduta.” Mi sembra abbastanza “famosissimo”.

Okay, quindi sembra che tutto sia allineato, ma i produttori non erano famosi per non apprezzare i flashback? Allora, per iniziare, hanno già infranto quella regola nella quinta stagione, quando hanno inserito il flashback dell’incontro tra Cersei e una strega, quindi chi può dire che non lo faranno di nuovo? E poi, una delle ragione che i produttori hanno dato per non utilizzare i flashback – costrizioni finanziarie – non è più un problema, non dopo il successo della serie. Inoltre, considerando cosa succede ne La Danza dei Draghi, la serie potrebbe non aver bisogno di usare un flashback per mostrare questa scena, grazie a questo tipo.

1

Dopo aver saltato la quinta stagione, Isaac Hempstead Wright ha recentemente confermato che sarebbe tornato per la sesta stagione, nel ruolo di Bran Stark. L’ultima volta che abbiamo visto Bran, aveva trovato il corvo a tre occhi, e scoperto che quella misteriosa figura che l’aveva guidato dall’inizio del suo viaggio è un tizio con radici che gli crescono addosso. Che cosa divertente. La serie non ha dato molte informazioni su di lui agli spettatori, ma i lettori sanno che è un veggente, un mistico che può vedere il passato, presente e futuro di Westeros guardando attraverso gli occhi degli onnipresenti alberi-diga presenti nel paesaggio.

Ne La Danza dei Draghi, il corvo a tre occhi inizia ad insegnare a Bran queste abilità, e il giovane Stark riesce ad entrare nell’albero-diga di Grande Inverno e a guardare cos’è successo nel passato. Se dovesse esserci un albero-diga vicino alla Torre della Gioia, è logico che Bran potrebbe vedere cos’è successo con i suoi occhi. Sinceramente, sembra improbabile, dal momento che molti degli alberi-diga nel sud di Westeros sono stati abbattuti tanti anni prima. (E poi, quante probabilità ci sono che un albero-diga possa cresce nel terreno roccioso intorno alla Torre della Gioia?) Comunque, è possibile, e permetterebbe ai produttori di aggirare la loro regola “no flashback”.

Anche se tutto questo avesse senso, c’è ancora una domanda che deve avere risposta: quale sarebbe lo scopo di mostrare un flashback degli avvenimenti alla Torre della Gioia? Se le teorie dei fan sono corrette, potrebbe servire a rivelare che Jon Snow è in realtà Jon Targaryen, non un bastardo di Grande Inverno, ma il segreto erede del regno. La quinta stagione ha riportato quest’idea alla ribalta, quando Ditocorto e Sansa discutono della relazione tra Lyanna Stark e Rhaegar Targaryen nelle cripte sotto Grande Inverno. Ma anche se fosse vero e Jon fosse un Targaryen segreto, che importanza avrebbe ora che è, sapete, morto, assassinato dai suoi stessi compagni nel finale della quinta stagione?

2

Allora, un’opzione è che tornerà. Ci sono tantissime teorie su come potrebbe succedere, anche se non possiamo essere ancora sicuri di nulla. Un’altra è che alla Torre della Gioia sia successo qualcosa per cui vale la pena inserire un flashback. Magari la promessa che Ned ha fatto a Lyanna non ha nulla a che fare con il bambino che potrebbe o meno aver avuto, ma avremmo comunque un impatto sulla storia che la farebbe andare avanti. Sarebbe tipico di Game of Thrones dirci che ci sta portando verso l’acqua, per poi spingerci giù da un burrone.

O magari non accadrà nulla di tutto questo. Forse il Castillo de Zafra rappresenterà una rovina senza nome e il “guerriero leggendario” sarà Gerold “Stella Nera” Dayne. Questa è la parte divertente delle pause tra le stagioni. Tutto quello di cui abbiamo parlato può essere vero, o nulla lo è. Fino a quando non uscirà la sesta stagione, è tutto vero e falso al tempo stesso.

 

Traduzione: Alessandra P.
Fonte: Winter Is Coming

Alex

One Comment

  1. Se il corvo a tre occhi e Bran possono vedere in ogni tempo, potrebbero vedere anche nei posti dove gli alberi diga sono stati abbattuti, ma ovviamente vedrebbero solo eventi precedenti all’abbattimento dell’albero. Insomma, non penso che per loro il tempo sia un limite

Rispondi