Martin svela alcuni piccoli dettagli da The Winds of Winter

Arianne by jezebel

Pochi giorni fa George R. R. Martin ha pubblicato sul suo sito web un capitolo inedito di The Winds of Winter. È scritto dal punto di vista di Arianne Martell, la figlia maggiore di Doran ed erede al trono di Dorne. Nello show Doran è morto e Arianne non esiste, ma sulla carta sono ancora vivi e vegeti.

Martin ha fatto l’annuncio sul suo sito Not a Blog. Dopodiché ha risposto ad alcuni commenti dei fan, come fa solitamente. Non ha detto nulla di particolarmente stupefacente, ma alcune chicche c’erano. Diamo un’occhiata.

Innanzitutto, l’utente “BryndenBFish” ha rivolto una domanda riguardo al numero dei capitoli narrati da personaggi di Dorne in The Winds of Winter. “Areo Hotah tornerà come personaggio POV? Pensi di aggiungere altri narratori dorniani oltre ad Arianne e Areo?” La risposta di Martin: “Non ho in programma di aggiungere altri POV dorniani. Sì, Areo Hotah tornerà.”

Areo Hotah è un altro personaggio che nello show è morto ma nei libri è in piena salute.
Con Arianne in marcia per incontrare il giovane Aegon Targaryen, che nello show è stato completamente tagliato, probabilmente Hotah resterà a Dorne e ci aggiornerà sui movimenti di Doran.

Poi, Martin ha risposto a “drogonbeatsmaug”, che pare abbia iniziato una discussione con un amico riguardo il peso di Arianne Martell. Può sembrare un po’ strano, ma noi parliamo di un sacco di cose stupide, quindi chi siamo per giudicare? Comunque, Martin ha chiarito ogni dubbio sull’aspetto di Arianne.

Arianne ha decisamente qualche curva. Non è una di quelle anoressiche mezze morte di fame come tante delle “top model” di oggi. Ma questo non significa che sia “robusta”… E di certo non è una “balena”.

Quindi ora lo sappiamo.

Martin ha anche raccontato qualcosa del suo metodo di scrittura. Ecco cos’ha risposto a “sourbillytipton”, che aveva chiesto se scriva mai delle scene secondo i punti di vista di diversi personaggi, per avere un’idea di quale sia il più efficace:

Di solito no. L’ho fatto con A Dance with Dragons quando avevo difficoltà con la trama di Meereen, e anche con A Feast for Crows per i capitoli sull’Acclamazione di Re… Altrimenti, nah, di solito so prima di iniziare quale POV funzionerà meglio.

Quando si riferisce alla trama di Meereen, per quelli che non lo sanno, Martin sta parlando di una serie di problemi nella trama che ha avuto mentre scriveva A Feast for Crows e A Dance with Dragons, che potrebbero aver contribuito alla lentezza con cui Martin ha scritto gli ultimi due romanzi (serie di problemi che sono poi divenuti noti come “nodo di Meereen”, NdAranel). Quando i personaggi iniziano a incontrarsi, la trama potrebbe farsi meno complessa e potrebbero esserci meno narratori, dato che ci sono più personaggi POV nello stesso luogo e non è necessario descrivere la stessa scena da più di una prospettiva.

Infine, Martin ha distrutto le speranze di tutti quelli che speravano in un capitolo raccontato dal punto di vista di Belwas il Forte, un massiccio liberto che nei libri ha giurato fedeltà a Daenerys (nello show è stato tagliato).

E dai. Siamo seri.

Deve esserci stato qualcuno là fuori che ci sperava, evidentemente.

Forse, però, è meglio così. Un capitolo di Belwas il Forte potrebbe essere tutto scritto in maiuscolo, il che potrebbe essere fastidioso.

Fonte: winteriscoming.net

Traduzione: Chiara B.
Editing: Aranel/Mariacristina M.
Image Credits: Arianne Martell by Katherine Dinger 

Aranel

Graphic & Concept Designer, Illustrator and Cartoonist. But most of all, Art Lover. Daughter of the North. Nerd, and proud.

Rispondi