Ghost, ma dove sei finito? Il regista spiega la mancanza del metalupo!

O, Spettro, Spettro! Dove sei finito, Spettro?

Il penultimo episodio della sesta stagione di Game of Thrones, “Battle of the Bastards”, ha soddisfatto e ben oltrepassato le elevate aspettative di molti fan. Tuttavia, ci ha lasciati con una domanda: dov’era Spettro? Il fidato compagno di Jon Snow non si trovava da nessuna parte durante la battaglia, in cui un lupo gigante sarebbe potuto essere utile. L’attore Liam Cunningham (Davos) ha già dato una spiegazione logica all’assenza dello spaventoso metalupo.

“Ovviamente una grande battaglia come quella non è posto per un metalupo”, ha detto. “Non durerebbe a lungo – voglio dire, guardate cos’è successo a Wun Wun, l’ultimo dei giganti.”

Il regista Miguel Sapochnik, però, ha un’opinione diversa:

“In origine [Spettro] doveva avere un ruolo importante, ma è un personaggio che richiede un’incredibile quantità di tempo e denaro perché prenda vita. Alla fine abbiamo dovuto decidere fra Wun Wun e il metalupo, e il lupo ha avuto la peggio.”

Lo show aveva già dovuto spendere molte risorse per girare “Battle of the Bastards”, quindi è facile capire perché si è reso necessario risparmiare sul budget. E nonostante l’assenza di Spettro, l’animazione di Wun Wun ha richiesto comunque molto impegno:

Qualsiasi cosa che coinvolga un gigante è una sfida, perché sul set non c’è, bisogna fare più riprese per la stessa scena, fare in modo che le comparse interagiscano con qualcosa che non esiste, e poi filmare il gigante vero e proprio, interpretato da Ian Whyte, mesi più tardi, su un green screen.

Come per Wun Wun, le scene di lotta di Spettro vengono girate con un supporto, usato per ricreare l’immagine tridimensionale del lupo in modo digitale, per evitare che l’animale o gli attori si feriscano.

Ghost aveva fame e si è andato a fare una scorpacciata di conigli!

Voi che ne pensate? Sarebbe stato bello avere Spettro durante la battaglia che aiutava Jon. Però allo stesso tempo tantissimi di noi speravano quasi di non vederlo per paura di dover salutare l’ennesimo metalupo dello show!

Un lupo non corazzato con tutte quelle frecce che cadevano sicuramente avrebbe fatto una brutta fine (si si, lo sappiamo che nei libri Grey Wind aiuta robb in battaglia, ma pare che Game of Thrones non sia troppo affezionato ai metalupi!).

Dato che l’alternativa a Wun Wun era Spettro e doveva avere un ruolo decisivo nella puntata, magari sarebbe proprio dovuto morire per salvare Jon da Ramsay in una lotta? Chi lo sa… Spettro per ora, è vivo e sta bene. Speriamo continui così!

Traduzione: Chiara
Editing & Adattamento: Quinn

Commenta questo post

Quinn

3 Comments

  1. Scusate l’ignoranza, ma non mi intendo molto di queste cose… Cosa è esattamente che costa della CGI? Non è una domanda retorica, è che io me lo immaginavo come un programmino che una volta comprato sei a posto e vorrei che qualcuno mi spiegasse come funziona in realtà! 😀

    • “Computer-generated imagery” è la ricostruzione 3D, tipicamente gli “effetti speciali” per farti capire. E’ piuttosto costosa perchè ci sono proprio riprese a parte e ricostruzioni, finchè è uno sfondo come questo ad esempio http://www.focusjunior.it/site_stored/imgs/0001/022/computer-graphics.jpg immagino sia meno “complicato” ma quando devi proprio animare da zero una cosa la questione si fa spinosa. Wun Wun ad esempio è un attore che viene filmato “a parte” e poi inserito nel contesto, come ad esempio Hagrid, oppure Gandalf con gli Hobbit!
      Io non sono espertissima ma se cerchi “CGI o VFX Game of thrones” trovi video su youtube dove si vede il lavoro fatto!

  2. Costa pagare delle persone che lavorano su ogni singolo fotogramma. Spesso una giornata non basta a completare un fotogramma, e in ogni secondo ci sono 25 fotogrammi o 30 fotogrammi, dipende dal formato. Per avere la qualità che GoT impone, c’è bisogno di tempi lunghissimi di post produzione, senza contare le riprese extra con gli attori.

Rispondi