Aidan Gillen spiega le intenzioni di Ditocorto e l’influenza su Sansa

Se come me siete curiosi di sapere come si evolverà il rapporto tra Sansa e Ditocorto, questa è l’intervista che fa per voi. Lascio la parola ad Aidan Gillen, intervistato da Vulture!

Se non avete letto l’intervista rilasciata da Sophie (sempre sullo stesso argomento) cosa aspettate?!

Cosa ne pensi dell’episodio finale?

Mi è piaciuto un sacco! Penso che sia il nostro finale migliore, e non sono l’unico a crederlo. La cosa interessante è che era diverso da tutti gli altri – è stato un episodio molto lento, ponderato e pianificato in modo scrupoloso. Mi hanno colpito molto l’organizzazione e la sua grandezza.

Alcuni personaggi si lanciano degli sguardi un po’ ambigui ma molto eloquenti, come Jaime e Cersei. Cosa c’è dietro quello sguardo che si scambiano Sansa e Ditocorto quando Jon diventa Re del Nord?

Come attore, non dico mai “quello che sto cercando di dire è…” Non voglio che voi sappiate cosa sto pensando. Gli attori tendono a non dirsi che cosa hanno intenzione di fare, e quando l’abbiamo girato non ne abbiamo parlato. Ma quando ho visto Jaime guardare Cersei in quel modo, mi sono fatto la stessa domanda! “Che cosa sta pensando?” Personalmente, mi piace l’ambiguità. Ti dà qualcosa su cui pensare durante la pausa.

Nella sesta stagione ci sono state poche scene con Ditocorto. Ma lui ha sempre cercato di seminare inquietudine in Sansa per quanto riguarda Jon, l’intimità della loro relazione e la sua validità come re, o come comandante, o come fratello, allo stesso tempo incoraggiando quella che potrebbe essere la sua posizione di lady. L’atteggiamento di Ditocorto è piuttosto: “Te l’avevo detto. È questo che vuoi? Ti fidi di lui?” E comunque tutto questo le è stato detto, nella scena precedente. Ma c’è anche dell’eccitazione, perché i lord stanno giurando fedeltà a Jon Snow, e non sapevamo se sarebbe andata così o meno. Parlando per Ditocorto, è stato uno di quei momenti in cui pensi: “Cazzo! Forse tutto questo è più grande di quello che pensavo. Come lo gestiamo?” Dato che a lui piacciono il caos, l’incertezza e le emozioni che gli danno, per lui è stato un momento forte.

È qualcosa che ci si aspetta da Ditocorto, ma c’è una contraddizione intrinseca a quello che ha detto a Sansa su Jon, riguardo al fatto che non dovrebbe fidarsi di lui perché è un bastardo e non hanno lo stesso status sociale. Perché, anche se Ditocorto non è un bastardo, effettivamente ha delle origini più umili di Sansa ed è un uomo che si è fatto da solo.

Non penso che Ditocorto farebbe distinzioni fra chi ha origini nobili e chi no, ma è molto più arduo diventare qualcuno se non sei nobile. Quindi da un lato prova rispetto e ammirazione, dall’altro cerca di muoversi con cautela con le persone che ce l’hanno fatta nonostante le situazioni difficili, perché se hanno lottato molto per avere successo, devono proprio volerlo, e lotteranno ancora di più per conservarlo. Probabilmente saranno furbi, più spietati, più competitivi. Ditocorto è ben consapevole delle origini delle altre persone, dei loro desideri e di ciò che faranno per ottenere ciò che vogliono, e sfrutta questa consapevolezza a proprio vantaggio, mentre finge di sostenere la loro causa.

Finora è rimasto volutamente vago riguardo a ciò che vuole. Ma finalmente nell’ultimo episodio lo svela a Sansa, o così pare.

Credo proprio che sia sedere sul Trono di Spade. Forse dovremmo aggiungere un po’ di…

Un po’ di scetticismo?

Un pochino. Penso di averlo già detto: certo, è bello essere vicini al potere, poter consigliare chi siede sul trono, ma essere personalmente su quel trono è meno interessante e più pericoloso. Lui ha detto di volerlo, ha detto quelle parole, ma è veramente così? Non saprei.

Magari lo dice solo a Sansa per stuzzicare le sue ambizioni.

Sì. È improbabile, ma non impossibile. Sarebbe una vera e propria manipolazione. Le dice ciò che vuole per ottenere il risultato migliore possibile, e per questo le fa la proposta più interessante di tutte – lei sul trono. Questo potrebbe aiutarmi a mantenere la sua fiducia. Ditocorto non è stupido, sapete? Sa che la fiducia di Sansa è qualcosa di molto tenue, dopo Ramsay Bolton. Ma il rapporto fra Sansa e Jon si è fatto molto più interessante, ovviamente!

Secondo te perché Sansa non ha detto a Jon del suo accordo con Ditocorto e dell’arrivo dei Cavalieri della Valle?

Hmm. [Ride.] Penso di non sapere la risposta!

I fan se lo sono chiesto, e ovviamente hanno fatto delle teorie.

Che teorie?

Che stava usando Jon come esca, che si è resa conto che avere il controllo di tutto ciò che succede la rende più potente, che in realtà ha un rapporto più stretto con Ditocorto di quanto pensiamo…

Sta diventando davvero più simile a me. Il modo in cui agisce, e anche solo il fatto che agisce, è più simile a quello di Baelish. È diventata una brava stratega sotto la mia tutela, ed è quello che volevo. Molto tempo fa abbiamo girato una scena in cui discutevamo di una battaglia, con Cersei, e parlavamo di Stannis e dei Bolton; pensavamo di lasciare che si uccidessero a vicenda e di arrivare all’ultimo momento con i Cavalieri della Valle. Chi può dire che anche Sansa non pensasse di fare qualcosa di simile? Lascia che si uccidano a vicenda. Di nuovo, è improbabile, ma non impossibile.

Immagino la sua faccia così quando dice “improbabile ma non impossibile”

E in quella conversazione, Ditocorto chiede a Cersei di nominarlo Protettore del Nord, e in cambio lei chiede la testa di Sansa su una picca. Ora che è regina, potrebbe aspettarsi dei risultati a questo proposito.

Potrebbe. E io potrei portarle la testa di Sansa!

Ci sono altre cose che potrebbero ritorcersi contro Ditocorto, ad esempio le bugie che ha detto e i tradimenti che ha commesso, aspettandosi che le persone interessate non lo scoprissero mai. Ma adesso alcuni di loro sono vicini fisicamente, o lo saranno fra non molto, man mano che la conclusione si avvicina. Ha mentito a Lord Royce su come Sansa sia finita con i Bolton. Ha tradito Ned Stark pubblicamente, e il Mastino, che era presente, ora si sta dirigendo a Nord. Probabilmente Jon e Sansa non saranno molto felici di scoprirlo.

Ma è avvenuto in pubblico, come potrebbero non saperlo? Effettivamente, forse non possiamo sapere quali informazioni verrebbero diffuse velocemente e su larga scala, soprattutto in tempi come quelli. Nel momento in cui una storia viene diffusa, potrebbero essercene 40 versioni diverse. E se sei un manipolatore coinvolto in politica, farai in modo che tutti conoscano subito la tua versione. E poi è possibile che passando di persona in persona la storia venga modificata – se devi affrontare la cosa, è sufficiente dire: “Sì, ma per come l’ho saputo io non è andata proprio così.” Ho puntato un pugnale alla gola di Ned Stark in modo molto evidente, come gli spettatori hanno visto molto bene, ma non tutti conoscono quella parte della storia, quella che prova il tradimento in modo più schiacciante. Non l’hanno visto tutti. Però sì, ciò che fai ti ritorna indietro, ci stiamo avvicinando alla conclusione e le cose si faranno più difficili per tutti, ma in particolare per chi ha creato ragnatele di bugie e inganni.

Sansa ha scritto una lettera a Ditocorto, dove chiedeva il suo aiuto. Non si leggeva bene tutto il testo, però gli ha promesso che se lui avesse portato i Cavalieri della Valle sarebbe stato ricompensato. Non è ancora successo. Che tipo di ricompensa pensi che dovrebbe dargli?

Sansa è consapevole che lui prova qualcosa per lei e le è affezionato, e ora è lei ad avere il controllo. Quindi potrebbe essere una posizione importante nel suo governo, oppure un matrimonio, o qualcosa di materiale, delle terre, del denaro. Non saprei. Ma lui si merita una ricompensa, giusto? Sembrerebbe normale in quel mondo. Alcuni agiscono per onore, ma solitamente è per avere qualcosa in cambio.

Dato che siamo arrivati a un punto in cui le storyline si stanno intrecciando, c’è qualche personaggio con cui vorresti far interagire Ditocorto nella settima stagione?

Um… Sto provando a pensare a chi è rimasto! Qyburn. Sarebbe interessante, no? Sono uguali. Non vedo Varys da moltissimo tempo, e non so cosa succederà, ma credo che dovremmo scontrarci un’ultima volta. Ovviamente, Daenerys. E non penso che incontrerei mai Bran nei miei viaggi, ma sarebbe fantastico vederlo. Per lui è stata una grande stagione, e Isaac [Hempstead-Wright] ha fatto una grande performance.

E sarebbe interessante vedere le reazioni di Ditocorto ai poteri magici. Finora tutti i suoi complotti sono stati politici…

Non può battere la magia. A meno che non la ottenga anche lui…

Bè, sappiamo che Melisandre ora non serve nessuno, quindi forse potrebbe allearsi con Ditocorto.

Sarebbe interessante! Posso aggiungerlo alla risposta di prima? [Ride.]


In un’intervista per email con l’Huffington Post, Gillen ha parlato anche della possibilità che Jon e Sansa si mettano assieme. Nel decimo episodio abbiamo scoperto che i due non sono fratellastri, ma cugini e alcuni fan non riescono a smettere di immaginarli assieme. Secondo Gillen la coppia ora ha “del nuovo potenziale”.
Quando gli è stato chiesto se dovremmo preoccuparci per il rapporto fra Sansa e Jon, ha risposto:

Volete dire dopo la scena dove viene suggerita la vera identità dei genitori di Jon? Bè, alla luce di ciò, ora il loro rapporto ha del nuovo potenziale. Anche se, visto che sono stati cresciuti come fratelli, non penso che vogliano arrivare a quello. E comunque, nonostante gli spettatori l’abbiano visto in un flashback, è un segreto di tanto tempo fa, quindi chi potrebbe saperlo? Anche se effettivamente qualcuno lo deve sapere, e non escluderei nulla.

L’idea di Jon e Sansa assieme mi fa proprio ribrezzo. Spero non si arrivi a questa conclusione!

Tornando a Ditocorto, pensate che Sansa riuscirà ad eguagliarlo in astuzia o addirittura a superarlo? Andrà contro Jon e si alleerà con Ditocorto o ci stupirà con un sotterfugio degno del suo maestro?

Traduzione: Chiara B.
Editing: Alex A.
Fonte: Vulture

Commenta questo post

Alex

2 Comments

  1. Io sto per il sotterfugio! Nella lettera “decriptata” mi sembra che lei si esprima in modo estremamente minaccioso: “…mi assicurerò che siate [immagino sia un BEN] ricompensato.”
    Mi spiego. Non è improbabile che Sansa abbia voluto tenere Jon fuori dai “rapporti dare/avere” con Ditocorto e l’unico modo per farlo era non parlargliene. In questo modo Jon non ha debiti con la Valle, tantomeno con Baelish, e Sansa anche se gli avesse realmente promesso una ricompensa, al massimo sarebbe del tipo “Non ti faccio tagliare la testa da Brienne di Tarth” 😛 Che poi in effetti lei non gli deve niente! Il piccolo lord della Valle ha mandato i suoi cavalieri per proteggere la cugina e Ditocorto ha un bel debito da saldare nei confronti di Sansa.
    Quindi, Sansa fa in modo che Jon resti pulito (in fondo è un personaggio “candido”, il buono per antonomasia, la vittima degli eventi), si prende una piccola vittoria su quel che le ha fatto Baelish, e se ne prende una più grande su Ramsay 🙂 oltre a riprendersi Grande Inverno, ovviamente!
    Per di più la situazione tra lei e il fratellastro/cugino si risolverà automaticamente quando si saprà che è il legittimo erede del Trono di Spade, perché arriverà Bran a confermarlo oltre che diventare il legittimo Re del Nord, ma confido abdicherà in favore della sorella.
    Non escludo nemmeno che Sam trovi qualcosa riguardo Jon nella grande biblioteca 😉 Ricordiamoci che quando Jon è nato c’era una levatrice, e sicuramente non solo lei!!
    Improbabile, ma non impossibile! eheheh

    • Dimenticavo: i due fratellastri/cugini si sono chiariti nell’ultimo episodio sul cammino di ronda di Grande Inverno, quindi sarebbe superfluo e ridondante ritornare su cose già chiarite 😉
      Grazie a dio non è una produzione alla “Beautiful” e i problemi si risolvono in fretta, 2 puntate al massimo ed è fatta! XD

Rispondi