Nuova edizione deluxe de “Il Trono di Spade” con splendide illustrazioni inedite!

got illustrated

Mentre ci tocca aspettare un tempo ancora indefinito per stringere tra le nostre manine ardenti The Winds of Winter, The Random House è in procinto di far uscire nelle librerie una nuova, grandiosa edizione del primo libro tratto dalle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di Martin, “Il Trono di Spade” (letteralmente “Il Gioco dei Troni”), il 18 di ottobre.

I tomi tutti imbellettati arrivano giusto in tempo per celebrare il ventennale dell’uscita dei libri.

Conterrànno 73 illustrazioni pre-capitolo e otto bellissime illustrazioni a colori. Ha avuto Vanity Fair l’onore di una prima occhiata a dieci immagini sbalorditive. Ve ne presentiamo alcune, e vi rimandiamo a Vanity Fair per ammirarne il resto.

got illustrated5

Ned Stark & Jory Cassel By Levi Pinfold – Courtesy of Penguin Random House.

Struttura e contenuti

Il nuovo volume illustrato sarà lungo 896 pagine, con copertina rigida, e conterrà un’introduzione scritta da John Hodgman. Ci saranno anche aneddoti e dietro le quinte su Martin e su come questa nuova edizione è stata portata alla luce. Da Vanity Fair hanno parlato con Anne Groell di Random House, editor di Martin fin dall’inizio, per conoscere alcuni retroscena.

Per esempio, ad un certo punto, Martin continuava a mandare indietro le versioni del Trono di Spade realizzate da Tony Patterson, dicendo

“Oh no. Così non va bene per niente; è più o meno come quello che hanno fatto in HBO. Il mio, invece, è molto più grande e molto più pieno di punte acuminate.”

La Groell s’immerse nei romanzi, cercando la fonte delle proteste dell’autore.

“Finii per rivedermi con attenzione tutti i libri e trarne ogni singola descrizione  del Trono di Spade in cui si specificasse quanto grosso, mastodontico e quasi bestiale fosse”, dice. “Mandai tutto a George e gli dissi ‘Ok, dimmi cosa non sto capendo, allora’.

E lui (Martin) alla fine rispose, “Si tratta di un trono alto dai tre ai cinque metri, quasi, con dei gradini che salgono su, come per uno scivolo”. E io ribattei: “Ok, ma nei libri non c’è scritto nulla di tutto ciò!”
Si tratta infatti di quella che di solito chiamo “La Sindrome della testa invisibile”, secondo cui gli autori pensano sempre che tu possa vedere nella loro testa e indovinare la loro visione delle cose. Ma se non è scritta tra le pagine, tu non potrai mai indovinarla.”

Martin, a dire il vero, è di parte perché apprezza la versione del Trono disegnata da Marc Simonetti.
got illustrated2

The Iron Throne by Marc Simonetti – Courtesy of Penguin Random House

Non tutte le immagini presenti nel libro sono nuove (l’illustrazione di Simonetti risale ad un po’ di anni fa), ma le versioni che la Groell ha selezionato rappresentano al meglio l’immagine concettuale che ha Martin del mondo da lui creato. Questo è ciò che rende il nuovo libro dalla copertina rigida una risorsa nuova e di valore per tutti i fans di Game of Thrones.

La Groell ha lavorato per tutto il tempo sia con Martin sia con la sua assistente, Rhea Goldman, allo scopo di selezionare “otto scene chiave dal libro” e ha poi commissionato delle nuove tavole a tutta pagina ed interamente a colori. Una di esse è questa, sull’esecuzione di Ned Stark.

got illustrated3

Eddard Stark’s execution by Magali Villeneuve – Courtesy of Penguin Random House

 

Di sicuro è stato arduo decidere quali capitoli erano già stati perfettamente rappresentati da illustrazioni esistenti, e quali abbisognassero di nuove immagini.

Ho fatto una lista di tutte le immagini attinenti al solo “Il Trono di Spade” già in nostro possesso. Poi ho sfogliato il libro, capitolo per capitolo, e ho cercato di comprendere in quali punti le illustrazioni esistenti avrebbero potuto essere collocate. E, dopo, quello che sarebbe rimasto da rappresentare. Benché si tratti di un libro pieno d’azione, non tutti i capitoli contenevano ed ispiravano scene iconiche.

Le illustrazioni di questa nuova edizione suoneranno un po’ insolite per i fans che guardano solo la serie TV. I bambini nei libri sono molto più giovani, per cominciare. Inoltre, gli artisti hanno dovuto evitare di riprodurre l’esatta fisionomia degli attori, per questioni legali. Eppure, quando si ha a che fare con un personaggio dal look e conformazione fisica particolari, come il Mastino orribilmente sfigurato, le somiglianze vanno bene finché son riprodotte così come descritte nei libri. Anche Daenerys e tanti altri personaggi sono riprodotti il più possibile come vengono descritti da Martin.

got_illustrated7

Daenerys con i suoi doni di nozze by Levi Pinfold – Courtesy of Penguin Random House.

Versioni… Ufficiali?

Sarà interessante paragonare le immagini della serie HBO con queste altre interpretazioni degli stessi luoghi e personaggi approvate ufficialmente da Martin. La Groell ha chiesto a qualcuno degli artisti delle modifiche affinché riproducessero il più possibile le descrizioni del libro. Tuttavia le discrepanze esistono, anche se solo dei fans particolarmente attenti potranno individuarle.

“Ad esempio, c’è un artwork dove Ned sta per uccidere il Metalupo di Sansa, Lady. Si avvicina a lei con una spada. Sebbene l’artista l’abbia disegnato con la spada nella mano destra, l’immagine acquisiva più drammaticità compositiva se vista dall’altro lato. Quindi è stata rivoltata.”

La Groell sostiene anche che questa nuova edizione potrebbe rivelarsi una manna per quei fans che non ne hanno mai abbastanza delle architetture di Westeros. Martin ha infatti lavorato con l’artista Ted Nasmith per creare delle versioni definitive degli edifici presenti nel libro.

Oltre ad essere bella esteticamente, la nuova edizione offre una fantastica opportunità di rivedere la storia con occhi nuovi durante l’attesa per il prossimo libro.
Got illustrated4

Beyond the Wall By Magali Villeneuve – Courtesy of Penguin Random House.

A dispetto di recenti voci, Random House sostiene che non ci siano leaks su TWOW online. “Una volta che il libro avrà una data di pubblicazione il mondo lo saprà”.
Naturalmente sappiamo di poter trovare online una serie di capitoli ufficialmente rilasciati o letti a varie convention. Noi di GoT Italy abbiamo quasi ultimato una complicata opera di ritrovamento, riordino e traduzione di un certo tipo a beneficio dei fans italiani. Potete trovare i capitoli esistenti finora qui.

Ed infine, la classica domanda.

Di quanto tempo ha ancora bisogno Martin per completare TWOW?
La Groell ci dà qualche indizio.

“So che può sembrare strano dire che occorre sempre andarci con i piedi di piombo, essere concisi e diretti, quando si scrivono libri così enormi. Ma, dato che lui in effetti sta scrivendo libri enormi, si tratta di romanzi ragionati su cui mantiene uno stretto controllo – anche se così non parrebbe.”

E Martin ha ancora intenzione di scrivere libri dopo l’ultimo, A Dream of Spring?

“Sette libri per sette regni. Martin punta ancora a questo.”

Che dire? Non ci resta che sperare che una tale chicca arrivi presto anche in Italia, non credete?

 

***

Fonte: WiC

Traduzione, adattamento ed editing: Aranel/Mariacristina M.

 

 

 

 

 

 

Commenta questo post

Aranel

Graphic & Concept Designer, Illustrator and Cartoonist. But most of all, Art Lover. Daughter of the North. Nerd, and proud.

Rispondi