L’attrice che interpreta l’Orfana costretta a lasciare i social media

aryawaif
La star di GoT Faye Marsay ha chiuso con i social media dopo aver subito degli abusi per aver interpretato l’Orfana

“È spaventoso, i social media mi terrorizzano.”

L’Orfana potrebbe aver infastidito molti spettatori per il modo in cui si è comportata con Arya (Maisie Williams), ma l’attrice Faye Marsay è stata costretta a lasciare un social media dopo aver ammesso di aver ricevuto “un sacco di cattiverie” a causa del ruolo.

Perché, a quanto pare, le persone non sono in grado di notare la differenza tra gli attori e i loro personaggi.

E questo è oltremodo preoccupante.

Faye ha interpretato l’assassina armata di bastone nella quinta e nella sesta stagione di GoT, pugnalando Arya nell’ultima stagione. Era presente in ambito social come tanti suoi colleghi, naturalmente. Ma Faye ha chiuso con Facebook dopo aver ricevuto dell’odio online.

Parlando a una conferenza stampa questa settimana, l’attrice ha rivelato la sua avversione per i social media da quando ha accettato il ruolo, aggiungendo che alcune persone vogliono sapere un po’ troppo.

“Dopo GoT ho avuto a che fare con un sacco di stronzate, ma altre persone erano davvero gentili.” Ha detto.

“Ho avuto a che fare con gente che cercava di capire con chi avessi una relazione e roba del genere.”

Per un caso che potremmo definire fortuito, l’attrice 29enne apparirà anche nella nuova serie di Black Mirror di Charlie Brooker, nell’episodio ‘Hated in the Nation’. Si concentrerà proprio sulla questione dei troll online, di cui Faye ha ammesso di essere terrorizzata.

“Ero una teenager negli anni ’90. Non ho avuto un cellulare fino a 15 anni, quindi per me, questa cosa è spaventosa,” ha dichiarato. “Mi ricordo gli anni ’90 e niente era così invadente.”

Di fatto, Faye ha confessato di essersi cancellata da Facebook a causa delle sue preoccupazioni sui social media.

Ha aggiunto:

“Mi sono cancellata da Facebook tre giorni fa. Vado per controllarlo e sono tipo, ‘c***o, non sono più lì sopra’, e grazie al cielo non ci sono. È spaventoso, i social media mi terrorizzano.”

fayemarsay

Magari non spaventoso quanto essere pugnalati da un’Orfana che indossa le facce dei morti, ma capiamo il suo punto di vista.

Scherzi a parte, non possiamo che essere d’accordo con lei soprattutto per le impressioni negative ricavate da queste reazioni nei suoi riguardi.
Il lato negativo dei social network e della comunicazione virtuale, nonché della possibilità di raggiungere pressoché chiunque sul web, è che certa gente, troppa gente, non riesce a darsi dei limiti. O, come in questo caso, smette di distinguere attore da personaggio, fantasia da realtà. Forse lo stesso concetto di “realtà virtuale” crea un confine nebuloso tra i due estremi sopracitati.

Black Mirror analizza, in modo inquietante ed impietoso, proprio questi fenomeni.

La terza serie, arricchita da Faye, uscirà il 21 ottobre su Netflix. Chissà se servirà a far riflettere qualcuno.

 

***

Fonte: DigitalSpy

Traduzione: Mariarosaria M.
Editing: Aranel/Mariacristina M.

 

 

Commenta questo post

Aranel

Graphic & Concept Designer, Illustrator and Cartoonist. But most of all, Art Lover. Daughter of the North. Nerd, and proud.

One Comment

  1. Certo che l’ignoranza della gente non ha mai limiti! Prendersela con un attore per il personaggio interpretato è da idioti matricolati! Anzi, bisognerebbe darle un premio, per aver saputo rendere così bene la sua parte!!!
    Ogni volta che la inquadravano mi saltava il cristo e pensavo “quand’è che la fa fuori sta terminator?” … sembrava T1000 eheheh

Rispondi