Mother’s Mercy, le differenze: copione vs episodio!

Leggete il copione di “Mother’s Mercy” 6×10 e scoprite le differenze!

Dopo l’articolo sul mancato dialogo fra Stannis e Brienne, ecco l’INTERO COPIONE dell’episodio 5×10: lo esaminiamo tutto per compararlo con il prodotto finale, il copione è disponibile sul sito degli Emmy.

I copioni sono la base degli episodi che vediamo in tv, ma il budget, le condizioni delle riprese e le scelte del regista possono portare dei cambiamenti. Il finale della quinta stagione era strapieno di eventi importanti: dalla sconfitta di Stannis a Winterfell alla marcia di pentimento di Cersei, all’assassinio di Jon Snow, ma tutti sono stati interpretati come da copione. Vediamo le differenze.

“Mother’s Mercy” è stato scritto dagli showrunner David Benioff e Dan Weiss, diretto da David Nutter.

Iniziamo nell’accampamento di Stannis, la mattina dopo il sacrificio di Shireen per sciogliere le nevi.

Molto di questo è uguale all’episodio – Benioff e Weiss danno molta importanza al fatto che Stannis non guarda Melisandre mentre mette l’armatura, poiché “Lui non vuole pensare al prezzo che ha pagato per la sua iniziale vittoria.” Capiamo anche come si sentono coloro che sono fedeli a Stannis informandolo della serie di cattive notizie.  Nonostante la litania di disgrazie, Stannis continua:

Stannis cammina in direzione dell’accampamento, lasciando il generale e i soldati spacciati che guardano il loro re condannato.

Nelle stanze di Jon Snow, vediamo Jon e Sam che discutono del massacro di Hardhome. Questa scena è praticamente quella che abbiamo visto, tranne per questa frase di Sam che sembra essere stata omessa:

Ho trovato un resoconto della Lunga Notte che parla di un eroe che uccide gli Estranei con una lama di “acciaio di drago”.

Jon nomina anche alcuni personaggi che non si sono salvati dal massacro: “Skillan non ce l’ha fatta. Neanche Tom Dunn.” Forse il Thenn che ha affrontato un Estraneo e un fratello dei Guardiani della Notte? Infine, la richiesta di Sam di diventare un Maestro rimane uguale, anche se il copione aggiunge una nota su come sono visti Sam e Gilly da Jon:

Forse la storia d’amore di Sam non è condannata, a differenza di quella di Jon. Forse lui può ancora salvare qualcuno.

A Winterfell c’è una parte che non è rientrata nel copione dove un gruppo di soldati Bolton passando davanti a Sansa dopo che lei evade dalla sua stanza, ma non la riconoscono “hanno una battaglia di cui preoccuparsi…uno dei vantaggi di essere segregata: poche persone ti hanno visto bene.” A parte questo, il pezzo di Sansa è lo stesso.

Abbiamo anche una visione dei pensieri nichilisti di Stannis mentre l’armata Bolton avanza verso di lui.

Stannis si gira a guardare l’armata Bolton al completo, crescenti migliaia di cavalieri in arrivo, che caricano da Winterfell. Stannis vede la sua fine venirgli incontro, un’onda di cavalli e acciaio, ne sente il rombo nei piedi. Guarda i suoi uomini esausti. Il momento di un ultimo discorso? No. F*****o questo mondo. Estrae la spada.

Dopo la battaglia, Stannis combatte con un paio di uomini della fanteria Bolton, che nel copione si chiamano Gordy e Simpson. Qui ci sono dei grossi cambiamenti.

Innanzitutto, Gordy e Simpson hanno una conversazione su Stannis, deducono la sua identità prima di attaccare il re ferito. Dopo aver colpito ripetutamente Stannis, il duo decide che potrebbe essere meglio portare Stannis vivo a Roose Bolton per farlo scuoiare. È un po’ più elaborato dello sguardo che Stannis scambia con loro nell’episodio. In entrambe le versioni, Stannis ne esce vincitore.

Come abbiamo già detto anche l’esecuzione di Stannis per mano di Brienne è un po’ diversa. Qua trovate la parte completa.

Dopo questo, c’è un altro po’ di dialogo di Myranda riguardo i piani di quest’ultimo per le “parti” di Sansa.

Ha dei piani incredibili per quelle parti. Cose che nessuno ha mai fatto prima, cose che nessuno ha mai neanche pensato prima. Se sarò molto brava, mi lascerà guardare.

…Mentre questa battuta era inserita proprio prima che Theon e Sansa saltassero dai bastioni di Winterfell.

“C’è un cumulo di neve ammucchiato contro i muri esterni di Winterfell.”

Ecco perchè tutti han pensato che quei due si fossero suicidati per molto tempo, han voluto lasciare il dubbio alla gente!

Andiamo a Braavos per la raccapricciante esecuzione di Meryn Trant per mano di Arya.

Il copione indica che Trant colpisce Arya “come ha fatto una volta con Sansa”, quindi c’era l’idea del parallelismo. Arya lo fa con un dialogo tagliato dallo show, che pronuncia dopo aver ribaltato la situazione:

ARYA: “Sai dov’è mia sorella?”
Altri mormorii. Lo infilza facendogli un buco nella schiena. Tra le urla e l’iperventilazione, lui sta quasi per svenire.
ARYA: Sansa Stark. Mia sorella. Non la vedo da molto tempo. Tu sai dov’è?
Tira lo straccio dalla bocca di Meryn. Lui rantola per respirare.
ARYA: “Mia sorella.”
TRANT: “Non lo so. Nessuno… andata. Ha lasciato Approdo del Re. Non lo so.”

Dorne: La scena tra Jaime e Myrcella nella cabina è un po’ più lunga.

Myrcella è un po’ delusa di scoprire che è Jaime a entrare nella sua cabina, invece di Trystane. Gli offre anche da bere e gli dice dell’imbarazzo di Trystane nell’essere stato messo k.o. da Bronn.

Il copione nota che, quando Jaime e Myrcella si abbracciano, Jaime “conosce la gioia della paternità per la prima volta nella sua vita. Ed è una bellissima sensazione.” Ahi.

Poi saltiamo a Meereen. La scena in cui i personaggi discutono su come procedere durante l’assenza di Dany è quasi la stessa, anche se la discussione di Daario sul perché Verme Grigio dovrebbe restare indietro è un po’ più lunga, e ci sono dei riferimenti al passato da schiavo di quest’ultimo. Dopo che Jorah e Daario partono, Benioff e Weiss ci lasciano una nota ironica sul copione:

Tyrion, Missandei e Verme Grigio sono soli e responsabili del seggio del potere Meereenese.

Che cavolo faranno adesso?

Nel copione, Jorah e Daario non lasciano da soli la città, ma prendono un contingente di Secondi Figli.
C’è anche più dialogo tra Tyrion e Varys mentre stanno sul balcone.

VARYS: “Ho sentito che hai avuto molte avventure senza di me.”
TYRION: “Un giorno ne scriverò il racconto. Viaggi attraverso l’Essos: un Lannister all’estero.”
VARYS: “Sarebbe una meraviglia per decine di lettori.”

La prossima è Daenerys, che sta cercando di convincere Drogon a riportarla a Meereen. Dany sembra capire che Drogon ha bisogno di guarire, ma è più irritata con lui sul copione.

Drogon si stende, curvando la testa tra le ali. Si addormenta all’istante. Dany lo guarda e sospira. F*****i draghi.

La cattura di Dany da parte dei Dothraki è la stessa, il copione annota che Dany fa cadere l’anello “perché è molto intelligente.

Camminata di penitenza di Cersei.

La confessione di Cersei all’Alto Passero cambia solo per il septon che proclama che Stannis porta con sé un “demone rosso, e la sua falsa fede non ha posto in questi Sette Regni.” 

La camminata di penitenza di Cersei è descritta come una cosa che la gente di Approdo del Re “racconterà ai suoi nipoti”. Come nell’episodio, la scena degenera rapidamente, mentre i cittadini cominciano a lanciare insulti fisici e verbali a Cersei.

Mentre questo cavaliere silenzioso e mostruoso la porta via, vediamo una scintilla negli occhi di Cersei. Una scintilla che le septe e l’Alto Passero, la fame e l’umiliazione non potrebbero mai spegnere.
È una scintilla che dice: la vendetta sarà mia.

Infine, abbiamo la scena della morte di Jon Snow. Ma prima, Melisandre torna e implica e rivela la notizia della sconfitta di Stannis a Jon e Davos.

DAVOS: “Shireen. La principessa…”
Melisandre piega la testa. La donna che era solita guardarlo con sarcasmo non riesce neanche a sostenere il suo sguardo. All’interno di Davos, qualcosa muore.

Andiamo direttamente nelle stanze di Jon, dove sta rileggendo le lettere di rifiuto delle casate del Nord.

Le pergamene portano i simboli di varie casate del Nord: Hornwood, Karstark, Dustin, Umber, Cerwyn. Potremmo leggere alcune frasi sulle pergamene:
Abbiamo molta stima dei Guardiani della Notte, ma non abbiamo uomini da concedere…
La guerra ha devastato la nostra Casata e abbiamo bisogno dei sopravvissuti a casa…
Forse quando l’inverno arriverà e passerà potremmo inviare alcuni orfani…
Anche se non possiamo leggere queste frasi possiamo capire dalla reazione di Jon che queste pergamene non offrono alcun supporto. Espira e apre un’altra pergamena sigillata.

Poi Olly entra per attirare Jon fuori. Odiamo Olly. Comunque, l’assassinio di Jon si realizza come da copione, anche se viene pugnalato un’altra volta rispetto all’episodio, prima che Olly gli infligga il colpo fatale. Abbiamo già detto che odiamo Olly? Nel copione lui sta piangendo.

Il copione termina su questa nota:

I fratelli si ritirano, lasciando Jon a morire da solo per terra, sanguinante. La luce sparisce dai suoi occhi aperti mentre noi sfumiamo sulla quinta stagione.

Ma sappiamo com’è andata….

Traduzione: Mariarosaria
Editing & Adattamento: Quinn

Commenta questo post

Quinn

Rispondi