Raffica di interviste al cast: trama, ritmo e finale delle ultime stagioni!

season 7 cover
Il cast di Game of Thrones racconta la trama, il ritmo e il finale delle ultime stagioni

The Hollywood Reporter ha intervistato il cast di Game of Thrones per sapere ciò che i fan possono aspettarsi dalla nuova stagione. In genere, le risposte sono state più o meno uguali: il ritmo è più veloce, alcune storyline si collegheranno in modo inaspettato, e la fine sta arrivando. Comunque, alcuni hanno offerto degli spunti interessanti.

Liam Cunningham ha lasciato parecchi indizi:

“Direi soprattutto che vedremo la questione del ghiaccio e del fuoco con Jon, Dany, e tutto il resto… lei è stata vista arrivare, con tutto il suo seguito. È arrivata a Westeros. E c’è anche Jon. Tutto questo era inevitabile e nessuno si è opposto. Certe persone si stanno riunendo… Volete sapere chi? Io non ve lo dico!”

Per alcuni attori, la prospettiva di una stagione accelerata è stata molto emozionante, come nel caso di Isaac Hempstead-Wright:

“È da pazzi. A Belfast stiamo sempre girando qualcosa con due troupe diverse, e sembrava che stessimo facendo una sequenza cruciale quasi tutti i giorni. Mi fermavano e mi raccontavano la scena importantissima che stavano per iniziare a girare. Anche leggere il copione era così.”

Gwendoline Christie ha voluto mettere i bastoni fra le ruote agli altri membri del cast, che hanno promesso una chiusura per le storie di tutti i personaggi.

“Ci sono tantissime storyline complesse che devono essere risolte. Noi siamo molto coinvolti, emotivamente, dalla storia. Vogliamo una qualche chiusura, anche se non dovesse essere soddisfacente.”

Altri attori hanno voluto rassicurarci che il finale sarà soddisfacente, anche se potrebbe essere più vicino di quello che pensiamo (e con meno episodi del solito), come ha fatto John Bradley.

“Se ne sapete qualcosa di televisione, allora sapete che I Soprano hanno avuto due stagioni ridotte e che Breaking Bad ha fatto una pausa a metà dell’ultima stagione. Nel momento in cui sai che girerete prima sette episodi e poi altri sei, bastano le convenzioni del mondo della TV a suggerire che il finale è in arrivo.”

Conleth Hill ha fatto un discorso simile.

“Vi prego, non sentitevi traditi. Potreste pensare che vi stiamo dando solo sette e sei episodi invece di dieci e dieci, ma in realtà il totale avrebbe dovuto essere solo dieci, non tredici. Quindi non ci saranno meno episodi, ma a dirla tutta ce ne saranno tre in più.”

Secondo Hannah Murray, si tratta di “una stagione finale divisa in due parti.”

In un’intervista con IndieWire, Kit Harington ha discusso alcune delle sfide morali e personali che Jon dovrà affrontare nella prossima stagione, e ha riconfermato che ci saranno degli scontri fra Jon e Sansa.

“Credo che Sansa lo irriti come nessun altro. Lo fa infuriare, decide di parlare in momenti in cui per lui sarebbe meglio che non dicesse nulla. Essenzialmente Jon ha questo problema: lui è il capo e lei lo sta mettendo alla prova, e quando sei il capo non ci può essere nessuno che metta in dubbio la tua autorità. Ma se è tua sorella, non ci puoi fare molto. Cosa dovrebbe fare? Punirla o ucciderla? Lei è veramente difficile da gestire, e ne è consapevole. Penso che lei sappia di farlo arrabbiare molto. Ma sa anche di essere più sveglia di Jon, in vari modi.”

Anche Access Hollywood ha intervistato alcuni membri del cast, tra cui Gemma Whelan e Alfie Allen, che hanno parlato di quanto si adorano e di quanto amano lavorare insieme… ma non hanno voluto dire se possiamo aspettarci di vedere spesso insieme Yara e Theon.

 

 

Jacob Anderson, Iain Glen e Nathalie Emmanuel hanno discusso del fenomeno culturale che è Game of Thrones e del perché è così amato.

Infine, John Bradley, Hannah Murray e Conleth Hill hanno parlato delle difficoltà di evitare gli spoiler durante le interviste.

***

 

Fonte: Watchers on the Wall

Traduzione: Chiara B.
Editing: Aranel/Mariacristina M.

Commenta questo post

Aranel

Graphic & Concept Designer, Illustrator and Cartoonist. But most of all, Art Lover. Daughter of the North. Nerd, and proud.

Rispondi