L’Euron di Pilou Asbæk: un nuovo tipo di villain

Euron_Dragonstone
L’attore che dà il volto a Euron Greyjoy parla della strategia di Euron e del suo nuovo look da rockstar, e racconta come è stato girare la battaglia sulle navi.
HBO: Come sei entrato a far parte dello show nella sesta stagione?

Pilou Asbæk: Ero un grande fan dello show. Quando ho ottenuto l’audizione, ho fatto qualche indagine e ho iniziato a leggere alcuni passaggi dai libri dove compariva Euron Greyjoy, in modo da essere preparato per il casting. Ma ciò che non sapevo era che i miei agenti avevano fatto un disastro e mi avevano dato soltanto una delle pagine che dovevo portare per il provino. Quindi, una volta là, dopo aver fatto la prima pagina ho salutato tutti, “Bene, ragazzi, grazie di tutto, Dan, David. È stato bello conoscervi.” E mi hanno detto: “Ma dove stai andando? Hai fatto il 40 per cento della tua audizione.”

Allora devi aver letto quella pagina davvero molto bene.

A quanto pare. La cosa buona è che dopo ho smesso di essere nervoso. Come poteva andare peggio di così? Non sapevo cosa dire, allora ho iniziato a improvvisare. Alla fine ho baciato il tizio di fianco che mi dava le battute. Ero abbastanza disperato.

Cosa ne pensi del fatto che in questa stagione Euron ha un ruolo più importante?

Sono felicissimo di aver fatto delle scelte decise per il mio personaggio. Quando sono arrivato nella sesta stagione, ero un grande fan dello show e tutto ciò che volevo era fare un buon lavoro. Ma quando ho ricevuto i copioni della settima stagione, ho iniziato a pensare: E se Euron fosse un uomo diverso con ogni persona che ha di fronte? Potrebbe essere gentile e affascinante con Cersei, ma fottutamente brutale con i suoi nipoti.

Perché Euron si comporta in modo diverso con i vari personaggi?

Ho pensato a quelle persone che hanno l’abilità di scalare la società e allo stesso tempo rimanere freddi come il ghiaccio. Quando sei con loro, ti dicono quello che vuoi sentirti dire. Ma non appena lasciano la stanza, si trasformano in qualcos’altro. Sono camaleonti sociali. Non sai mai cosa ti aspetta.

Cosa ci puoi dire del suo “look”?

Io e Michele [Clapton, la costumista] abbiamo creato il suo look da rockstar – pantaloni di pelle, giacca di pelle, camicia aperta – Euron fa quello che vuole.

Che cosa intende ottenere tramite l’alleanza con Cersei?

Quando Euron dice qualcosa, ci crede. Nella scena con Nikolaj e Lena, Euron credeva a ogni singola parola che ha detto – sin da quando era bambino, voleva crescere e sposare la donna più bella del mondo. Se guardate Cersei, e il modo in cui Lena la interpreta, è una donna estremamente bella e forte. A chi non piacerebbe? Non c’è niente di più sexy di una donna forte che sa cavarsela da sola.

Sul red carpet della première, Nikolaj ha detto ai microfoni di HBO che voi due vi conoscevate già prima di iniziare le riprese. Com’è stato essere il suo antagonista in quella scena?

Ero la tata dei bambini di Nikolaj. È stata la mia vendetta per la pessima paga che mi dava.

È fantastico lavorare con un altro danese. Ed è stranissimo che la nostra prima scena insieme sia in inglese.

Euron è stato paragonato a Joffrey e Ramsay. Quali sono le sue differenze rispetto agli altri villains dello show?

Joffrey e Ramsay erano la pura essenza della malvagità. Io non vedo Euron come pura malvagità. Il mio lavoro non è seguire le orme di questi attori. Quello che sto facendo, con Dan e David, è creare un nuovo tipo di villain – che ti fa pensare: “Sei davvero uno stronzo, però sei fantastico.” Nelle scene della battaglia in mare, vediamo un Euron completamente diverso da quello che era nella Sala del Trono. Questo Euron fa quello che vuole. È assetato di sangue.

Sento il “MUAHAHAH” da qui.

Puoi parlarci delle riprese di questa battaglia?

Mi piacciono le scene d’azione. È da pazzi che stessimo correndo su una nave che stava bruciando per davvero. Perché Rowley [Irlam, lo stunt coordinator] è fuori di testa. È un grande. “Ok, stuntmen! Pilou deve andare da qui a qui. Lo abbiamo provato. Lui sa esattamente cosa dobbiamo fare. Voi dovete farlo alla perfezione. Sarà meglio che sia la più bella battaglia che io abbia mai visto!” Sembra di far parte di una squadra sportiva, bisogna fare tutto insieme. Questo è ciò che mi piace delle grandi sequenze d’azione: non sei nulla senza gli stuntmen. Sono loro a fare il lavoro più duro.

È stato spettacolare. Sono stati sei giorni in Irlanda del Nord, su una nave finta, con un enorme schermo verde. Faceva freddo. Pioveva. Ma è stato tutto bellissimo e magico, perché era tutto perfetto per la storia che stiamo raccontando. Ed è stato stupendo poter lavorare di nuovo con Alfie e Gemma, non li vedevo dalla sesta stagione.

Se non ne avete abbastanza della battaglia, qui potete gustarvi un bello speciale!

Che cosa pensa Euron quando vede Theon saltare giù dalla nave?

Lo sapeva. Lo si può sentire nella sua risata. Vuole spezzare Theon e umiliarlo. O, anche meglio, avrebbe voluto che Theon si facesse rispettare. Cioè, perché Euron non uccide Yara? Dovrebbe ucciderla! Oppure dovrebbe uccidere Theon. Credo che lui voglia che diventino ciò che hanno nel sangue: un re o una regina – dei Greyjoy. Questo è più interessante che semplicemente ucciderli.

Quali sono i suoi piani per Yara?

Credo che voglia tenerla per divertirsi un po’. Se Yara muore, è inutile. Lui vuole avere qualcosa con cui poter negoziare, sempre. È questo il motivo per cui non è completamente malvagio. Penso che a lui, più di tutto, piaccia mettersi in gioco. Preferisce la partita al risultato finale.

Puoi anticipare il futuro di Euron in questa stagione?

Posso dire una cosa: sarà sempre meglio. Nel prossimo episodio, sarà un uomo fottutamente crudele.

***

Fonte: Making GoT

Traduzione: Chiara B.
Editing: Aranel/Mariacristina M.

Aranel

Graphic & Concept Designer, Illustrator and Cartoonist. But most of all, Art Lover. Daughter of the North. Nerd, and proud.

Rispondi