Alfie Allen spiega la sua fuga dalla nave e anticipa il futuro di Theon

theon
In quest’intervista, Alfie Allen discute delle sfide e delle gioie di interpretare Theon nell’ultima stagione e spiega perché il giovane Greyjoy non riesce a dimenticare il suo passato.
HBO: Che cosa significa per Theon l’alleanza con Daenerys?

Alfie Allen: L’alleanza con Daenerys significa che lui ha un nuovo obiettivo nella vita. Adesso c’è una nuova leader, e lui vede che Yara e Daenerys vanno piuttosto d’accordo, quindi sicuramente si sente un po’ più fiducioso.

Theon non si identifica più con Reek, ma sembra ancora avere qualche problema con il suo passato. Quali sono state le più grandi difficoltà a livello di recitazione?

Tornare a rivedere tutto ciò che aveva già vissuto, e lasciarsi travolgere ancora una volta. Come attore, è stato molto strano tornare a immergersi in qualcosa che è accaduto così tanto tempo fa nella storia del personaggio. Comunque, Reek non se n’è mai andato del tutto; ora si tratta di capire che cosa lo faccia riaffiorare, che cosa stia solo nella mente di Theon e che cosa sia una minaccia effettiva. Direi che adesso Theon è molto migliorato, ma sicuramente è ancora molto segnato dal suo passato.

Com’è stato girare la scena in cui Theon salta giù dalla nave?

Girarla è stato fantastico. Il set era incredibile. Avevamo sistemato tutto in un parcheggio, e poi hanno usato uno schermo blu per l’acqua dell’oceano. Sono sempre emozionato all’idea di girare delle scene con Gemma [Whelan] perché lavorare con lei è fantastico e negli anni abbiamo costruito un bel rapporto. Ci sentiamo proprio come se fossimo fratelli. È stato un momento straziante.

Puoi spiegarci quella scena dal suo punto di vista?

Theon prova delle emozioni contrastanti, perché possiamo dire che sia tornato a combattere, il che non succedeva da molto, molto tempo. La vista del sangue gli ricorda il dolore fisico o le torture psicologiche. Lo riporta indietro a ciò che gli è stato fatto, e non riesce a decidere che cosa deve fare. Alla fine il lato vile della sua personalità ha la meglio.

Sei davvero dovuto saltare in acqua?

Non sono saltato nell’acqua, c’erano un sacco di scatole di cartone. È stata la seconda volta che ho dovuto farlo in Game of Thrones. È stato divertente. Potrei rifarlo infinite volte. Ma c’era una parte dove sono dovuto entrare in una vasca piena d’acqua. Quando l’abbiamo girata si congelava, ma l’acqua in sé non era male. C’è stata un’altra scena [nella première della sesta stagione], in cui Sophie e io siamo entrati in un vero fiume ed era freddissimo. Quest’acqua era un po’ più calda, quindi è andato tutto bene, ma le temperature fuori erano molto basse.

Kit Harington e John Bradley hanno detto che la storyline di Theon era quella che non vedevano l’ora di guardare. Cosa possiamo aspettarci?

Theon deve gestire alcune decisioni che ha preso molto, molto tempo fa. Ora deve affrontare quelle decisioni, e le persone sulle quali hanno avuto un impatto.

***

Ragazzi, che dirvi? La mia personale opinione su Theon la conoscete. Un personaggio ben costruito e ancor meglio interpretato… che spero muoia male dalla prima stagione; ho gioito delle sue torture con un sadismo che non mi aspettavo da me stessa, ma a parte il mio lato fan della Legge del Taglione… Alfie Allen è sempre un attore spettacolare. Purtroppo temo che Theon non tirerà le cuoia facilmente, ma sperare non mi costa nulla. Di certo, se lo piazzano sul Trono del Mare, posto che Zio Euron lo faccia continuare a campare, ciaociao Greyjoy.
Sono comunque curiosa di vedere cosa accadrà, e come.

Voi? Cosa avete pensato del Leap of Faith del polipetto Cuor di Leone? (NdAranel)

***

Fonte: Making Game of Thrones

Traduzione: Chiara B.
Editing: Aranel/Mariacristina M.

Aranel

Graphic & Concept Designer, Illustrator and Cartoonist. But most of all, Art Lover. Daughter of the North. Nerd, and proud.

Rispondi