Get a closer look: curiosità sugli oggetti di scena

props
Props (oggetti) di scena vari e sempre meglio studiati in Game of Thrones! Diamo ad essi un’occhiata più da vicino.

In questa stagione Euron Greyjoy ha già stupito tutti – guardaroba da bad boy incluso: nuovi costumi e l’arma che ha usato durante il combattimento alla fine dell’episodio “Stormborn”.

L’attore Pilou Asbæk ha raccontato a HBO: “Io e Michele [Clapton, la costumista] abbiamo creato il suo look da rockstar – pantaloni di pelle, giacca di pelle, camicia aperta – Euron fa quello che vuole.”

Euron1

La Clapton ha spiegato questo sentimento, descrivendo il re delle Isole di Ferro come uno “stronzo psicopatico!” e ha raccontato di aver “disegnato il suo nuovo look in modo che rispecchi la sua personalità. La giacca di pelle squarciata è simile all’armatura dei Greyjoy, ma i suoi vestiti sono metodici, ripetitivi. Ha tagliato la lingua a tutti i membri del suo equipaggio, quindi penso che lo abbia fatto anche alla sua giacca.”

– La questione della lingua tagliata non viene menzionata esplicitamente nella serie (a parte la scena in cui vediamo, appunto, Euron tagliare una lingua ad un nemico), ma nei libri è una delle terribili dicerie – fondate – sul nostro folle Greyjoy. Infatti la sua nave si chiama “Silenzio” proprio perché l’intero equipaggio ha ricevuto il medesimo trattamento. Euron è reduce da esplorazioni in territori lontani e indicibili scorrerie, e mediante questo turpe stratagemma vuole impedire a chi lo accompagna di rivelare quanto è stato visto e vissuto (NdAranel). –

euron3

La Clapton ha aggiunto che questo look deve intimidire: “Euron vuole che il suo look intimorisca Jaime, che lo minacci visivamente e fisicamente. È uno sbruffone ma è molto affascinante… è una minaccia.”

***

Altri oggetti di scena che hanno giocato un ruolo chiave in “Stormborn” sono le lettere, come quella inviata da Tyrion a Jon, e i libri, come quello usato da Sam per curare il morbo grigio di Jorah. Vediamo i più importanti.

Ecco ciò che Jorah ha scritto a Daenerys, quando credeva di essere in punto di morte.

Jorah letter

Khaleesi,

Sono venuto alla Cittadella, nella mia ultima speranza che i Maestri potessero curarmi, come avevi ordinato. Nonostante tutto il loro sapere, l’unica cura per me possibile è la tomba. Ho avuto una vita più lunga di quanto meritassi, e il mio unico desiderio sarebbe stato vivere per vedere il mondo che costruirai, al tuo fianco. Ti ho amata dal primo momento in cui ti ho conosciuta.

Ecco la lettera di Tyrion a Jon Snow, in cui lo invita a Roccia del Drago e gli chiede di unirsi a Daenerys nella battaglia contro Cersei.

TyrionToJon

La regina Daenerys Targaryen, Prima del suo Nome, ti invita a Roccia del Drago. La mia regina guida le forze combinate di Dorne e dell’Altopiano, una flotta di Uomini di Ferro, legioni di Immacolati, un’orda Dothraki e tre draghi. I Sette Regni sanguineranno finché Cersei sarà sul Trono di Spade. Unisciti a noi. Insieme possiamo mettere fine alla sua tirannia. Mi rivolgo a te, da bastardo a bastardo – perché i nani sono bastardi agli occhi dei loro padri.

Tyrion Lannister, Primo Cavaliere della Regina

Il messaggio inviato da Sam, in cui spiega dove ha scoperto un deposito di ossidiana.

SamToJon

Jon. Questa è una mappa che ho trovato in un libro. L’ossidiana è rara nel Continente Occidentale, ma a Roccia del Drago c’è un deposito. Potrebbe essere tutto ciò che ne rimane. Sam.

Date infine un’occhiata al libro che Sam ha letto per capire come eseguire la difficile (e proibita) operazione.

Book_02

Pulire la pelle infetta e applicare un unguento fatto con resina di pino, corteccia verde di ramoscelli di sambuco, cera d’api e olio d’oliva.

Inserire la punta dell’utensile sotto la pelle.

Rimuovere delicatamente…

***

Che dire? Come al solito ammiriamo trama, cast, interpretazione, ost, effetti, ma il valore di un prodotto artistico si vede anche nella cura prestata al dettaglio. E in GoT questa attenzione non manca, denotando la grande professionalità del team degli artisti. Una parte del team meno “visibile” e pubblicizzata, ma non per questo meno importante (NdAranel).

***

Fonti: Making GoT 1 e 2

Traduzione: Chiara B.
Editing: Aranel/Mariacristina M.

Aranel

Graphic & Concept Designer, Illustrator and Cartoonist. But most of all, Art Lover. Daughter of the North. Nerd, and proud.

Rispondi