[INTERVIEW] Paul Kaye racconta la sua dipartita in “Beyond the Wall”

Dal momento in cui Jon Snow e la sua allegra combriccola hanno lasciato Forte Orientale, sapevamo che non sarebbero tornati tutti.

Le probabilità di catturare un non-morto non erano tante, figuriamoci riuscirci senza perdite.

Come abbiamo visto, Thoros di Myr ha ceduto alle ferite riportate nello scontro con le mascelle di un orso polare non-morto.

L’attore Paul Kaye ha rivelato a Entertainment Weekly come ha scoperto della fine del suo personaggio.

Ho ricevuto la notizia la scorsa estate, non ho risposto ad alcune chiamate di [David Benioff e Dan Weiss, gli showrunner], e questo è il bacio della morte.

Anche se il suo ritorno è stato breve, Paul è stato contento di ritornare nello show, specialmente perché la storia in cui il Thoros dei libri è coinvolto è stata tagliata dallo show televisivo.

Sembrava che non avrebbero continuato la storia di Lady Cuoredipietra nello show, quindi mi ero preparato a non ricomparire. È stato grandioso tornare e vivere quest’avventura. Già il fatto di rimanere vivo per sei stagioni è una vittoria in questo show.

Ad ogni modo, dopo aver ceduto alle sue ferite, Thoros muore tra i suoi compagni in attesa di Daenerys Targaryen su un isolotto congelato a nord della Barriera.

È magnifica, davvero” ha detto Paul della morte del suo personaggio. “E mi piace il fatto che io venga cremato con il mio stesso alcol – c’è un messaggio da qualche parte.

Anche se ha detto che il tempo passato nello show è “andato oltre ogni immaginazione” c’è stata una cosa che non gli è piaciuta:

“Mi piacevano gli orsi polari, adesso non più!”

Grazie Thoros! Ci mancherai!

 

Traduzione: Mariarosaria
Intervista: EW 
Edit: Quinn

Quinn

Rispondi