Kit Harington: la battaglia di Aspra Dimora è stata ‘la cosa più difficile che abbia mai fatto’

Game of Thrones ha appena svelato una delle più grosse scene d’azione nella sua storia ma a differenza delle battaglie col gran finale degli anni precedenti, questa sequenza è arrivata quasi interamente senza nessuna preparazione. La guerra per il Castello Nero dell’anno scorso e la Battaglia delle Acque Nere della seconda stagione erano, invece, scontri che i personaggi avevano potuto prevedere con largo anticipo. La sequenza di Aspra Dimora di domenica si classifica fra le scene più famose dello show, nella quale Jon Snow (Kit Harington), Tormund (Kristofer Hivju) e un accampamento di Bruti vengono attaccati dagli Estranei.

“Abbiamo girato per tre o quattro settimane per una sequenza che dovrebbe ammontare a [più di] venti minuti”, ha detto Harington. “Abbiamo girato meno di un minuto al giorno! È così carica di effetti speciali che è diversa da tutto quello che ho fatto in Game of Thrones. Sono sempre stato orgoglioso del modo in cui lo show non esagera con gli effetti speciali, ma in questa sequenza l’hanno fatto. Credo che sarà spettacolare”.

GOT508_110514_HS__DSC01031La dinamica: Snow e Tormund arrivano al remoto avamposto sul mare di Aspra Dimora, con Jon che spera di unire i Bruti e i Guardiani della Notte per difendere il regno dalla minaccia degli Estranei. Lì incontrano una capotribù bruta, chiamata Karsi (l’attrice danese di Pitch Perfect 2, Birgitte Hjort Sørensen), mentre cercano di convincere le restanti tribù a tornare con loro alla relativa sicurezza del Castello Nero. Poi la temperatura si abbassa, e segue il caos.

“Ho girato ogni combattimento tre volte”, ha rivelato Harington. “La prima contro un uomo in costume [proiettabile sullo sfondo verde], la seconda con un uomo senza costume, ma con il trucco completo per sembrare una persona morta, e la terza combattevo e basta [senza un avversario, colpendo l’aria]. Questa strategia offriva la possibilità di usare la scena che sembrava migliore. [La Battaglia del Castello Nero nel] nono episodio l’anno scorso è stata la cosa più difficile che abbia mai fatto. Questo era doppiamente difficile. È stato estenuante”.

Per questa sequenza sono stati necessari 400 extra e 50 stuntman. Harington ha sottolineato che la produzione è stata anche aiutata con un budget più grande per la scena della battaglia rispetto alle stagioni precedenti.

“Credo che HBO abbia capito che per far sì che la gente resti interessata a questo show, i set principali devono essere ogni anno più grandi e spettacolari rispetto a quelli precedenti”, ha affermato Harington. “Se questa fosse narrativa classica, allora questo sarebbe il momento in cui tutto è più tenebroso che mai, in cui sembra che nulla possa andare per il verso giusto e tutto è perduto – è il punto che abbiamo raggiunto con l’ottavo episodio”.

 Traduzione: Chiara B.
Fonte: Entertainment Weekly

Alex

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.