George R.R. Martin: le reazioni dei fan al Trono di Spade non cambieranno i miei libri

I fan del Trono hanno espresso sentimenti decisamente intensi nei confronti delle svolte nella stagione finale dello show – alcuni di queste sono state ispirate dall’autore della saga George R.R. Martin.

Ma Martin dice che nessuna reazione, positiva o negativa che sia, cambierà ciò che ha in programma per i suoi ultimi due romanzi della serie delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (anche se l’autore ammette che sarà tentato di apportare alcuni cambiamenti.)

“Non era mai successo che internet influenzasse tutto a questo livello”

Martin racconta ad EW quando gli viene chiesto delle reazioni dei fan alla stagione finale.

“Ad esempio la parentela di Jon Snow. Ci sono stati indizi all’inizio nei libri, ma solo un lettore su cento aveva fatto il collegamento. E prima di internet questo andava bene –  99 lettori su 100 quando la parentela di Jon Snow viene rivelata penseranno ‘Oh mio Dio, che svolta!’ Ma nell’era di internet, se una persona fa 2+2, lo posterà online e le altre 99 persone penseranno ‘ Oh, sì, ha senso.’ E tutto ad un tratto, la svolta per cui tu hai lavorato è la fuori. C’è la tentazione di modificarla (nei libri a venire) – ‘Oddio, ho fatto un casino, devo inventarmi qualcosa di nuovo’. Ma è sbagliato. Perché hai pianificato un certo finale e se tutto ad un tratto cambi direzione solo perché qualcuno l’ha capito, o perché non gli piace, questo manda all’aria tutta la struttura. Quindi no, non leggo ciò che viene scritto in internet dai fan. Voglio scrivere il libro che ho sempre avuto intenzione di scrivere. E quando verrà pubblicato potrà piacere oppure no.

Martin ha anche aggiunto che guardare la stagione finale del Trono è stato un po’ strano dato che la versione che sta scrivendo è differente.

“Gli ultimi 3 anni sono stati strani dato che lo show ha superato i libri. Sì, ho detto ai produttori David Benioff e Dan Weiss certe cose qualche anno fa. E alcune di queste le hanno fatte, ma allo stesso tempo, è diverso. Ho idee ben fisse in mente mentre scrivo riguardo a Winds of Winter e anche su ciò che accadrà dopo. È come se due realtà alternative esistessero una a fianco all’altra. Devo darci dentro e finire la mia versione.”

Durante l’intervista si è parlato anche della pressione esercitata dallo show. Martin ha raccontato che la pressione aveva raggiunto il suo picco ormai anni fa.

“Sono sotto pressione da anni ormai. Ho sentito un gran pressione qualche anno fa quando cercavo disperatamente di stare davanti allo show. Ad un certo punto quando lo show sarebbe andato in onda l’Aprile successivo, i miei editori mi dissero che se avessi finito il libro entro Dicembre, l’avrebbero pubblicato in fretta e furia. E la pressione che sentii quell’autunno è stata la più forte di sempre finché non mi son reso conto che non sarei riuscito a finire per allora. Non solo voglio finirlo, voglio anche renderlo il più bello possibile. Da allora c’è stata pressione ma non più come prima. Non è più una gara. Lo show è finito. Sto scrivendo il libro. Sarà finito quando sarà finito.”

George R.R. Martin sta tutt’ora scrivendo The Winds of Winter, il penultimo capitolo della saga che sarà seguito da A Dream of Spring. Tutt’ora non abbiamo nessuna notizia sulla data di pubblicazione degli ultimi due volumi delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.


Traduzione: Giulia Giraudo
Editing: Alex Auriuso
FONTE

Alex Auriuso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.